Tom Griffin, 28 gennaio 2013

Counter-Gangs | Margaret UrwinIl mese scorso il rapporto De Silva sull’omicidio di Pat Finucane del 1989 ha evidenziato la portata della collusione tra paramilitari lealisti e unità sotto copertura dell’esrcito britannico alla fine degli anni Ottanta.

Un nuovo rapporto pubblicato oggi da Spinwatch e Pat Finucane Centre traccia le radici di questa relazione nascosta fin dai primi giorni del conflitto nordirlandese.

“COUNTER-GANGS: A history of undercover military units in Northern Ireland 1971-1976” spiega come l’applicazione di teorie coloniali di contro-insurrezione hanno portato al reclutamento di paramilitari da parte di unità dell’esercito in borhgese nei primi anni Settanta.

Margaret Urwin, autrice di “Counter-Gangs”, è la segretaria di Justice for the Forgotten, un ramo del Pat Finucane Centre che lavora con le vittime delle bombe fatte esplodere dai paramilitari nordirlandesi nella Repubblica durante gli anni Settanta.

Il suo rapporto si fonda su anni di lavoro, comprendenti interviste con ex membri delle forze di sicurezza e un’estensiva ricerca documentale. Tra le più importanti scoperte:

  • Ufficiali dell’esercito con quartier generale in Irlanda del Nord alla fine del 1971 istruirono comandi subordinati per sviluppare contatti informali con i paramilitari lealisti, descritti come “organismi non ufficiali disarmati… che lavoro per l’interesse pubblico”
  • L’esercito creò le Forze Militari di Reazione (MRF – Military Reaction Forces) alla fine del 1971. La successiva esposizione delle attività dell’MRF ha portato alla loro sostituzione, un anno dopo, con un’organizzazione più grande e professionale: l’Unità Speciale di Ricognizione (SRU – Special Reconnaisance Unit)
  • La SRU fece affidamento sulla manodopera della SAS (Special Air Service, le teste di cuoio britanniche). I governi successivi hanno fatto di tutto per nascondere questo fatto al Parlamento e ai media, per poter negare un coinvolgimento della SAS in Irlanda del Nord
  • Informazioni deliberatamente fuorvianti sulle unità sotto copertura furono date alla stampa come parte di una campagna di false informazioni. Le storie giornalistiche risultanti compresero le informazioni che consentirono l’identificazione di Louis Hammond come agente infiltratto dell’MRF nell’IRA. Hammond venne ucciso dai paramilitari repubblicani il 13 maggio 1973.

“Counter-Gangs” è lo studio più completo disponibile sulle Forze Militatri di Reazione (MIlitary Reaction Force) e sullle Unità Speciali di Ricognizione (Special Reconnaissance Unit).

Il rapporto è il primo rilasciato dal Progetto Collusione e VIolenza di Stato (State Violence and Collusion Project), una collaborazione online di ricerca tra Spinwatch e Pat Finucane Centre, finanziato con i fondi di Scurrah Wainwright Charity.

Il rapporto “COUNTER-GANGS: A history of undercover military units in Northern Ireland 1971-1976” è liberamente scaricabile.