Il presidente dello Sinn Fein ha bollato come “totalmente e assolutamente inaccettabili” i tentativi del DUP di usare l’argomento parate come precondizione per il trasferimento dei poteri sulla sicurezza

Gerry Adams | Sinn FeinGerry Adams chiede all’Orange Order di parlare con i residenti per risolvere i problemi causati dalle ultime parate contenziose.

La richiesta giunge dopo che il primo ministro Peter Robinson ha parlato ai parlamentari di Westminster di “imperativo politico” per risolvere la questione delle parate in Irlanda del Nord, prima del trasferimento dei poteri di polizia e giustizia, durante un dibattito portato avanti dal DUP nella House of Commons, avvenuto martedì sera.

Robinson ha chiesto l’abolizione della Parades Commission, il cui compito è di imporre delle restrizioni alle parate che sono contenziose.

Il primo ministro ha parlato della Commissione “non come soluzione ai problemi, ma come parte del problema stesso”.

Giovedì, Adams ha detto: “L’Orange Order e l’Orangismo è parte di ciò che siamo come nazione”.

Dialogo

“I repubblicani irlandesi vogliono un dialogo con le istituzioni lealiste in modo da poter comprendere ed apprezzare la posizione dell’altro”.

Lo Sinn Fein ed il DUP si sono incontrati per discutere dei commenti eseguiti da Robinson a Westminster, che hanno sollevato la rabbia dei repubblicani.

Adams riferisce che la questione delle parate non può essere mischiato con il dibattito su giustizia e polizia.

“E’ stato raggiunto l’accordo? Sì.

“Era guidato da Martin McGuinness, ma coinvolgeva il primo ministro Peter Robinson – e Peter Robinson lo ha firmato. Questo è un argomento nettamente separato e non può essere risolto come una precondizione – è totalmente e assolutamente inaccettabile”.