Maze | Long KeshL’Attorney General (Procuratore Generale) sta valutando le dichiarazioni contenute in un nuovo libro, secondo cui un uomi di West Belfast, ritenuto suicida a Long Kesh, sarebbe in realtà stato assassinato nella prigione.

Patrick Crawford, 22 anni, venne trovato impiccato a Long Kesh nel giugno 1973. L’inchiesta svolta allora dichiarò che Crawford, conosciuto come Paddy Joe, si era suicidato.

Una lettera di addio fu trovata sulla scena.

Ma nel nuovo libro di Ed Moloney, Voices from the Grave, Brendan “The Dark” Hughes afferma che Crawford fu assassinato da una banda dell’IRA, ed la sua morte fatta passare per un suicidio.

Secondo Hughes l’ordine della per l’omicidio di Crawford – ucciso perché accusato di aver parlato durante gli interrogatori – proveniva direttamente dall’attuale presidente dello Sinn Fein Gerry Adams, ritenuto all’epoca comandante della Brigata Belfast dell’IRA.

Adams respinge tutte le accuse presenti nel libro.

Alex Attwood, parlamentare di West Belfast e membro del Policing Board, chiede una nova inchiesta sulla morte di Crawford.

“Quando nuove prove o nuove denunce emergono in relazione con fatti del passato, allora dovrebbe essere aperta un’altra indagine o in questo caso un’inchiesta” afferma. “Se c’è l’opportunità di comprendere meglio quanto avvenuto a questo giovane uomo, il nostro partito la sosterrà inequivocabilmente”.

Una portavoce del Coroner’s Service (Servizio del Medico Legale) riferisce che la riapertura di un’inchiesta è materia che compete al Procuratore Generale.

“Mentre un’inchiesta sulla morte di Patrick Crawford si svolse nel 1973 il coroner è functus officio (ha completato il proprio compito, Ndt) e non ha alcuna giurisdizione per eseguire altre azioni fino a quando l’Attorney General ordina una nuova inchiesta in base a quanto stabilito dalla Sezione 14 del Coroners Act (NI) 1959“, ha affermato.

“Il Coroner’s Service ha inoltrato l’importe sezione del libro di Ed Moloney all’ufficio del Procuratore Generale”.