Sicurezza al G8 di Fermanagh
La polizia è “pienamente pronta” per il summit del G8 e per ogni potenziale disordine provocato da decine di migliaia di contestatori attesi a disturbare l’evento.

Matt Baggott ha anche confermato di aver ricevuto un’assicurazione scritta che la maggior parte dei costi relativi alla gestione dell’ordine pubblico durante il G8 saranno coperti dal Tesoro britannico.

È stato rivelato anche che 3.600 agenti di polizia provenienti da altre forze operanti a fianco della PSNI durante il G8 saranno soggetti al controllo del Police Ombudsman nordirlandese per eventuali reclami.

Alla riunione mensile del Policing Board avvenuto venerdì a Belfast, Baggott ha aggiornato i membri sulla preparazione della polizia in vista del vertice internazionale.

Baggott ha spiegato di aver affermato durante una conferenza sul G8 avvenuta in settimana che anche i preparativi della polizia per l’evento sono stati oggetto di esame da parte del Policing Board.

“Il G8 si sta rapidamente avvicinando e voglio ringraziare ancora una volta Alistair (Finlay, l’assistente capo della polizia) ed i suoi colleghi per i loro sforzi incessanti avvenuti in un brevissimo lasso di tempo per rendere questo summit molto, molto importante, un successo”, ha affermato Baggott.

“Ancora una volta, rassicuro su una pianificazione meticolosa, un addestramento completo e abbiamo le risorse necessarie per gestire questo evento e qualunque altra eventualità. È un’importante opportunità per mostrare tutto ciò che c’è di buono in Irlanda del Nord e il suo futuro. Noi siamo intenzionati a giocare un ruolo completo e di mostrare quanto c’è di positivo nella gestione dell’ordine pubblico”.

Probabilmente gran parte dell’Irlanda del Nord andrà in contro a disagi.

Decine di migliaia di manifestanti prenderanno parte alle manifestazioni contro il G8 in tutta l’Irlanda del Nord. Gli organizzatori delle marce hanno invitato i facinorosi a stare lontano.

L’ultima volta che il G8 si tenne nel Regno Unito, ci furono più di 200.000 contestatori. Nel corso della manifestazione a Gleaneagles del 2005, ci furono 700 arresti dopo feroci scontri tra alcuni manifestanti e i poliziotti. A dare un aiuto ai 7.000 membri della PSNI ci saranno 3.600 agenti di polizia appositamente addestrati per mantenere l’ordine pubblico. I militari britannici forniranno la sicurezza aerea per i partecipanti.

Un anello di acciaio è stato eretto per tenere i manifestanti anti-capitalisti lontani dal lussuoso Lough Erne Golf Resort e le strade della zona saranno chiuse.

Anne Connolly, presidente del Policing Board, ha accolto con favore l’annuncio che i costi di polizia saranno coperti dal Tesoro britannico.

Lo Sinn Féin aveva temuto che la PSNI avrebbe dovuto coprire il costo della gestione dell’ordine pubblico in occasione del G8, stimato in circa 55 milioni di euro.

Sicurezza al G8 di Fermanagh