PSNI in ArdoyneIl comandante della polizia ha trasferito più agenti dalle scrivaie alle strade, dopo l’attacco della scorsa settimana, avvenuto con un ordigno posizionato sotto ad una vettura.

La mossa giunge mentre alti funzionari della PSNI definiscono la minaccia proveniente dai repubblicani come “grave”.

Matt Baggott ha confermato lo sviluppo durante l’incontro con la delegazione del DUP avvenuto venerdì scorso, e ha riferito a Peter Robinson che potrebbe inserire nuovo personale civili per svolgere il lavoro d’ufficio, in modo da liberare molti più agenti dai compiti amministrativi nelle prossime settimane.

Il drammatico scenario di un aumento di attacchi sofisticati da parte dei repubblicani contro gli agenti di polizia e le loro famiglie ha innalzato il livello di minaccia ad un punto più alto rispetto al periodo seguente all’attacco di Massereene Barracks.

La vice comandante della polizia, Judith Gillespie, ha confermato l’aumento di persone coinvolte negli attacchi, rivelando che si presume siano almeno 200 i repubblicani inquadrati in unità simili alle Active Service Unit (Unità in Servizio Attivo) dei Provisional, composte da 4 membri.

Funzionari di alto livello hanno ammesso di vedere un preoccupante “slittamento” di esperti Provos dallo Sinn Fein/IRA, entrati nelle gruppi repubblicani negli ultimi mesi.

Questo si evince dall’uso di un sofisticato ordigno trovato a Forkhill e dallo scoppio di un ordigno potenzialmente mortale avvenuto la scorsa settimana a Kingsdale Park, East Belfast, a poca distanza dal quartier generale della PSNI a Knick.

La PSNI sta per acquistare un secondo elicottero per contrastare i repubblicani.

Ci sono voci secondo cui l’acquisto riguarderebbe un altro Eurocopter 145, che verrebbe attrezzato appositamente per inviare agenti e contrastare i repubblicani nelle zone di confine.

Alcuni membri del Policing Board chiedono un altro 145 per trasportare unità della PSNI da Belfast in qualsiasi punto della provincia in soli 20 minuti.

I ritardi nell’invio delle unità presso gli ultimi incidenti a Forkhill, Meigh e altre zone di confine hanno esposto fortemente le carenze operative della PSNI.

L’Eurocopter della PSNI è equipaggiato con sistemi all’avanguardia per la sorveglianza elettronica, la comunicazione, le apparecchiature di ascolto e monitor che occupano gran parte della cabine.