Basta parate orangiste
I residenti nazionalisti di tutto il Nord dove si svolgono parate contenziose hanno deciso di unire le forze per formare un gruppo di coordinamento per opporsi alle marce dell’Orange Order.

Communities Against Sectarian Parades (CASP – Comunità Contro le Parate Settarie) coinvolge persone da Short Strand a East Belfast, di Springfield Road a West Belfast e dal flaspoint di Ardoyne a North Belfast.

Sono presenti anche abitanti delle zone rurali, come Rasharkin (Contea di Antrim) e Newtownbutler (Contea di Fermanagh).

Il gruppo ha affermato di avere il sostegno anche del gruppo alternativo di Carrick Hill nato a Belfast nelle ultime settimane in opposizione alle marce che transitano vicino alla chiesa di St Patrick in Donegall Street, sebbene nessuno fosse presente nel centro comunitario di Ardoyne per l’incontro.

Gli appartenenti arrivano dai gruppi che si sono formati nelle aree dove ci sono già delle associazioni di residenti. Secondo CASP i gruppi esistenti sono “resi inefficaci a causa dell’interferenza politica”.

“Sono controllati da un partito politico e noi vogliamo dare voce alla gente” ha detto Sean Hanna, portavoc del Rasharkin Residents Collective.

Hanna ha detto che le decisioni sull’opportunità di incontrarsi con la polizia o di tenere colloqui con l’Orange Order o la Commissione Parate rimarranno ai singoli gruppi.

Ha affermato che la forza del collettivo era il suo ruolo di supporto unificato.

“La nostra coalizione avrà lo scopo di evidenziare e affrontare la negazione dei nostri diritti umani di poter vivere liberi dalle molestie settarie che sono associate con le marce settarie”, ha affermato.

“Crediamo in un approccio olistico per affrontare queste marce”.

Hanna non ha detto se il collettivo ha pianificato una protesta condivisa nel periodo antecedente il 12 luglio, spiegando che “deve ancora essere deciso”.

Mentre il CASP annunciava lapropria costituzione ad un gruppo di giornalisti, in una stanza sparata si svolegeva una riunione tra il parlamentare al Dail di Dublino Eamon O’Cuiv, Fianna Fail, e i residenti e membri del Greater Ardoyne Residents Collective.

Aidan Ferguson è stata una delle persone che ha incontrato il membro della Commissione giustizia.

Ha riferito di aver discusso una serie di questioni legate alla parate lealiste che passano per l’interfaccia nazionalista.

“È stato un incontro molto positivo e lo inviteremo formalmente ad agire come osservatore indipendente durante le marce di luglio”, ha detto Ferguson.

L’Irish News ha contattato l’ufficio di O’Cuiv in merito alla riunione, ma non ha ricevuto alcuna risposta.