Lenamore Park, Newtownards

Quarto attacco contro la casa occupata da una madre cattolica e dai suoi tre figli. La famiglia è stata costretta a lasciare l’abitazione

L’ultimo incidente è avvenuto sabato alle 19:20 a Lenamore Park,. Secondo la polizia si tratta di un crimine di odio.

Janette Nelson stava parlando con i vicini sul retro della proprietà, quando è stato versato liquido infiammabile attraverso la cassetta delle lettere della casa e sono state appiccate le fiamme.

La ragazza madre e i suoi figli erano ospitati da parenti perché la casa era stata data alle fiamme nel corso di un precedente attacco incendiario, poco più di una settimana fa.

Erano ritornati solamente per raccogliere alcuni oggetti personali.

La donna è riuscita a spegnere l’incendio provocato sabato sera. Pochi danni da bruciature sono stati riscontrati sulla porta.

I suoi figli, un bambino di 2 anni e due ragazze di 7 e 12, non si trovavano in casa.

Lizzie McInerney, sorella di Jeanette, dice che la famiglia è sconvolta.

“Lei è terrorizzata,” ha riferito la sorella della vittima. “Stanno cercando di ucciderla, per motivi che non comprendiamo”.

Ha aggiunto: “I bambini hanno il cuore assolutamente spezzato … [Stanno avendo] incubi, piangono tutto il tempo.

“È qualcosa che i ragazzi di quell’età non hanno bisogno di sperimentare”.

Alla domanda sul futuro, ha detto che la famiglia dovrebbe “trasferirsi, allontanarsi dalla casa”.

La McInerney ha detto che, sebbene sua sorella non voglia andarsene, “lo deve fare”.

La consigliere dell’Alliance Party Linda Cleland ha descritto l’ultimo attacco come “tentato omicidio”.

“Questo non è accettabile.

“Queste persone ora vivono nella paura, non possono stare in un posto che hanno amato e vissuto per cinque anni”.

La politica ha spiegato a UTV che sta facendo tutto quanto in suo potere per ottenere un nuovo alloggio per la famiglia Nelson.

L’ultimo attacco era avvenuto poco più di una settimana fa. Durante quell’attacco incendiario tutta la famiglia si trovava in casa.

La signora Nelson è riuscita a passare i suoi figli attraverso una finestra al piano di sopra ad un vicino che si era arrampicato sul tetto adiacente della loro casa in fiamme.

La famiglia era profondamente scioccata ma non era rimasta ferita.

Una donna di 32 anni arrestata con l’accusa di intimidazione in relazione a tale incidente è stata rilasciata su cauzione.

In precedenza, erano stati scritti graffiti sui muri, le finestre della casa erano state infrante e una macchina era stata danneggiata.