Disordini a East Belfast | 12 01 2013

Quattro poliziotti sono rimasti feriti a East Belfast dopo una manifestazione di protesta per le bandiere tenutasi nel centro città

I quattro agenti PSNI sono rimasti feriti duranti i disordini in Castlereagh Street. Sono stati trasportati in ospedale per le cure mediche.

La polizia ha sparato un proiettile di plastica ed è stato impiegato un cannone ad acqua.

Altri scontri sono scoppiati nella zona dell’enclave nazionalista di Short Strand tra lealisti e repubblicani. Sarebbero state attaccate alcune abitazioni.

Un portavoce ha avvisato gli automobilisti di non recarsi nella zona di Albertbridge Road, Castlereagh Street e Templemore Avenue.

In precedenza gli unionisti si erano radunati davanti alla Belfast City Hall per mostrare la loro contrarietà alla decisione del Consiglio comunale di limitare l’esposizione della Union Jack a soli 18 giorni prestabiliti.

Sono giunti da tutta Belfast e dalla provincia per prendere parte alla dimostrazione di oggi, che si ripete settimanalmente ogni sabato dalla votazione del 3 dicembre.

Le strade intorno al Minucipio, comprese Wellington Place, Donegall Place, Donegall Square North, Chichester Street, Victoria Street e Anne Street sono state chiuse al traffico durante il raduno. Adesso sono state tutte riaperte al traffico.

Il trasporto pubblico ha subito notevoli disagi e Translink ha confermato di aver sospeso alcune tratte di autobus.

“Tutti i servizi Metro di East Belfast vengono fermati a Belfast fino ad ulteriori avvisi”, ha aggiunto Translink.

Durante la manifestazione alla City Hall la PSNI ha mantenuto un basso profilo. Il raduno si è svolto senza incidenti.