East Belfast, under car bombIl gruppo Oglaigh na hEireann ha ammesso di aver piazzato l’ordigno sotto ad una vettura, che ha provocato il ferimento della ragazza di un poliziotto di East Belfast.

Utilizzando la parola in codice il gruppo ha riferito di aver usato una carica con detonatore al mercurio, creata per causare il massimo dei danni a chi si fosse seduto sul sedile del passeggero.

L’organizzazione repubblicana riferisce che l’obiettivo era un agente di polizia, il cui compito è di addestrare i cani.

La polizia era in allarme la scorsa notte (il 16 ottobre, Ndt) dopo l’attacco portato in una strada residenziale a meno di mezzo miglio dal quartiere generale della PSNI.

Una donna di 38 anni è stata portata fuori dalla sua auto sportiva alle 7:30 e quindi portata in ospedale dove è stata curata per ferite di lieve entità.

Stava facendo inversione di marcia con la sua Mazda MX5 rossa in Kingsdale Garden, quando la bomba è esplosa.

Solitamente la donna accompagnava il proprio partner al lavoro.

L’attacco ha provocato preoccupazioni in tutta la zona unionista.

Mentre nessun tipo di dettaglio è stato fornito sull’ordigno, la polizia ha detto che poteva provocare vittime ed era stato posizionato sotto al lato passeggero della vettura.

Gli artificieri hanno esaminato la vettura per parecchie ore, mentre la strada restava schermata (tramite i teli disposti sui furgoni della PSNI, Ndt) alle vista del pubblico.

East Belfast, under car bomb | PSNIL’attacco segna un punto di svolta nella tattica dei repubblicani.

Lo scorso mese la Real IRA fece detonare un ordigno fuori dalla casa di un poliziotto a Derry, lo stesso giorno nel quale una pipe bomb non riuscì ad esplodere davanti alla casa della sorella.

La Continuity IRA rivendicò la responsabilità per l’attacco contro l’agente Stephen Carroll, avveuto a marzo a Craigavon.

La recente attività nell’area di Greater Belfast è stata portata avanti da un gruppo che si fa chiamare Oglaigh na hEireann (ONH), persone fuoriuscite da altri gruppi paramilitari repubblicani.

Comunque, mentre si prendevano la responsabilità per i tentativi falliti nella Contea di Down e in South Armagh, la violenza nella zona di Belfast si limita ad attacchi punitivi in stile paramilitare.

Questa sarebbe la prima volta che il gruppo usa un ordigno posizionato sotto ad una vettura, suggerendo l’ipotesi di adesione al gruppo da parte di un esperto in questo tipo di bombe.

Le bombe sotto alle auto sono state largamente usate, durante i Troubles, da IRA e INLA e, verso la fine, da parte dei lealisti.

Il primo ministro, leader del DUP e parlamentare per East Belfast, Peter Robinson, ha riferito: “I responsabili non hanno nulla da offrire e devono affrontare il pieno rigore della legge”.

Il vice primo ministro dello Sinn Fein, Martin McGuinness, ha affermato: “Non possiamo permettere a tentativi come questo di cercare di far deragliare il processo di pace”.

Il ministro della sicurezza del Northern Ireland Office, Paul Goggins, parla di attacco ripugnante.

“Per fortuna questa donna se l’è cavata con piccole ferite ma chi ha piazzato la bomba ha in mente di uccidere. Non hanno interessa per chi possono assassinare”, ha riferito.