Clady, County TyroneI due uomini fermati perché ritenuti collegati al finto ordigno abbandonato nella cittadina di confine, sono stati rilasciati senza condizioni.

La polizia aveva fermato i due uomini, di 28 e 34 anni, a Derry dopo il ritrovamento di un furgone sospetto su un ponte che divide Clady, nella Cotea di Tyrone, con il Donegal.

Una persona avvertì telefonicamente che il furgone conteneva un ordigno da quasi 600 libbre (circa 275 kg).

Gli artificieri dell’esercito impiegarono oltre 24 ore per dichiarare il contenuto un “finto ordigno ben elaborato”.

Il furgone, scoperto sul ponte mercoledì sera, ha provocato un vasto scompiglio nel traffico attraverso il confine e ha portato alla chiusura di metà Clady.

La senatrice di Inishowen, Cecilia Keaveney, ha affermato che l’incidente di Clady e altri ad esso simili fanno capire come gli artificieri della Repubblica d’Irlanda dovrebbero essere acquartierati nella Contea di Donegal.

La squadra, che aveva la propria base a Bundoran, venne spostata dalla Contea nell’ultimo periodo.

Comunque il ministro della difesa irlandese, Willie O’Dea, ha respinto la richiesta della senatrice. Il ministro ricorda come gli artificieri siano attivi 24 ore al giorno.

La polizia nordirlandese ha recentemente respinto le critiche per il modo in cui ha trattato l’incidente di Clady, secondo le quali è stato permesso all’allarme sicurezza di proseguire per troppo tempo.

Il Soprintendente Capo Phil Marshall ha affermato: “Le risposte agli incidenti dove potrebbero avvenire ferimenti devono essere ben ponderate ed appropriate”.

Nel frattempo, un altro allarme sicurezza, questa volta a Maghera, è stato dichiarato un “finto ordigno”.

L’oggetto sospetto era stato trovato a Sunnyside Park da un residente, che lo ha trasportato ad una scuola in disuso, ritenuta sicura.

Una portavoce della PSNI ha detto che gli artificieri dell’esercito sono intervenuti ed hanno dichiarato il presunto ordigno un falso.

La portavoce ha ricordato alla popolazione di non toccare alcun oggetto sospetto ma di contattare immediatamente la polizia.