Scientifica al lavoro nei pressi di Massereene BarracksL’uomo, fermato dalla polizia che indaga sulla morte di due soldati da parte della Real IRA ai cancelli di una base dell’esercito in Nordirlanda, è stato rilasciato. Un rapporto è stato inviato al Public Prosecution Service.

Il quarantasettenne era trattenuto a Belfast ed interrogato per 24 ore presso la Serious Crime Suite della stazione della PSNI di Antrim, prima di essere liberato.

L’interrogatorio verteva sulla morte dei genieri Patrick Azimkar, 21 anni di Londra, e Mark Quinsey, 23 anni di Birmingham, colpiti mentre si trovavano fuori dai cancelli di Massereene Barracks ad Antrim.

E’ stato anche interrogato sul tentato omicidio di cinque persone durante lo stesso attacco armato, due delle quali erano i fattorini della pizza che portavano da mangiare ai soldati che si apprestavano a partire per sei mesi di servizio in Afghanistan.

L’importante repubblicano Colin Duffy, 41 anni di Lurgan, è stato accusato del duplice omicidio.

Anche un secondo uomo, Brian Shivers, 44 anni di Magherafelt, è stato accusato di aver fatto parte del commando. Gli è stato garantito il rilascio su cauzione a causa del bisogno di cure per la fibrosi cistica di cui soffre.

I soldati sono stati i primi ad essere colpiti dopo 12 anni, e la loro morte fu seguita, a marzo, dall’omicidio dell’agente Stephen Carroll da parte della Continuity IRA.