Belfast City Hall, protesta lealista | 19 01 2013

La polizia ha eseguito tre arresti a East Belfast dopo le proteste per la disputa sulle bandiere avvenute in centro città

Tre uomini sono stati fermati sabato e adesso sono in custodia della polizia dopo una protesta per le bandiere.

Un trentenne è stato arrestato in Newtownards Road con l’accusa di comportamento disordinato e condotta provocatoria.

Due adolescenti di età compresa tra 15 e 18 anni sono stati arrestati con l’accusa di adunata sediziosa in Albertbridge Road.

La manifestazione in oggetto è terminata e tutte le strade sono state riaperte al traffico.

Nel frattempo, la polizia afferma che a Carrickfergus una protesta legata alla disputa sulla bandiera dell’Unione è avvenuta senza incidenti.

Le manifestazioni seguono la protesta pacifica davanti alla City Hall di Belfast, con una massiccia presenza della polizia.

Diversi gruppi di manifestanti si sono diretti verso il centro della città per la settima settimana dall’inizio delle controversie sulla Union Jack.

Le Land Rover della polizia si sono schierate nella zona circostante il municipio, mentre 600 lealisti manifestavano contro la decisione del Belfast City Council di limitare il numero di giorni di esposizione della bandiera dell’Unione sulla City Hall. Sono solo 18 i giorni designati in cui ka Union Jack sventolerà.

Translink conferma la ripresa del servizio Metro a East Belfast dopo l’interruzione avvenuta a causa delle manifestazioni, ma ci sono delle deviazioni in alcune tratte.

Le linee 3A e 20 opereranno via Oxford Street e Albertbridge Road per la chiusura di Lower Newtownards Road.

La PSNI ha provveduto a riaprire al traffico la zona intorno alla City Hall, dopo averlo bloccato durante la manifestazione.

I capolinea dei servizi di Metro nel centro città sono tornati attivi.

Domani la Union Jack sventolerà dalla City Hall in occasione del compleanno della Contessa di Wessex.