Willie Frazer | © Andrea "Aska" Varacalli

L’attivista lealista è stato fermato per aver infranto le condizioni di rilascio

Frazer è stato arrestato nella zona di Portadown intorno alle 19:35 di oggi. L’uomo avrebbe preso parte ad una protesta presso il sito del carcere di Maze.

La protesta era indetta per contestare la costruzione di un centro per la pace dove sorgevano i Blocchi H.

Frazer al momento è fuori dal carcere con la condizionale per reati legati alla disputa sulle bandiere.

Un portavoce del gruppo delle vittime FAIR (Families Acting for Innocent Relatives) ha detto che la protesta a Maze era legale e pacifica.

Frazer è uno dei leader più prominenti arrestati e accusati in relazione alle durature protesta contro la limitazione dei giorni di esposizione della bandiera dell’Unione dalla Belfast City Hall.

È accusato di aver incoraggiato la commissione di reati.

Viene anche accusato di aver preso parte ad una processione non notificata, di ostruzione del traffico e di possesso di un Taser.

A marzo era stato rilasciato in base ad una serie di condizioni.

Tra le decisioni del giudice, l’obbligo per Frazer di vivere nella sua abitazione a Markethill e non fare discorsi pubblici o commenti sui social network riguardo alla disputa sulle bandiere.

Frazer deve anche star lontano più di 3 chilometri da qualsiasi protesta pubblica o processione e deve recarsi in caserma una volta alla settimana.