Le famiglie delle vittime del Bloody Sunday hanno espresso la propria rabbia per l’annuncio della consegna del rapporto sulla strage di Derry del 1972 dopo le elezioni generali per Westminster

Bloody Sunday | Northern Ireland Civil Rights AssociationLord Saville ha ricevuto la richiesta di trattenere il gigantesco dossier sulle morti di Derry fino a dopo le elezioni del 6 maggio. Lo ha confermato giovedì il Northern Ireland Office.

Nelle ultime due settimane il Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord Shaun Woodward ha permesso agli esperti legali di controllare il rapporto prima della sua pubblicazione.

Adesso è emerso che non sono stati richiesti cambiamenti al testo, terminato lo scorso mese.

Le verifiche legali furono eseguite con la collaborazione di Lord Saville, che da adesso tratterrà il rapporto fino a quando si insedierà un nuovo governo a Westminster. Woodward ha riferito di aver sperato di poter pubblicare il rapporto prima delle elezioni, ma aveva avvertito che un ritardo sarebbe stato possibile.

Il ritardo è stato confermato poche ore dopo la richiesta di scioglimento del parlamento fatta da Gordon Brown alla regina.

Le famiglie dicono si tratti dell’ultimo in una lunga e frustrante serie di ritardi.

“Non sono rimasta sorpresa perché alcuni membri della mia famiglia avevano parlato con Mark Durkan (SDLP) che ha detto di ritenere corretto il mese di ottobre (per vedere la pubblicazione del rapporto). Così non siamo rimasti sorpresi”, ha riferito a Utv Kate ash, il cui fratello venne assassinato durante il Bloody Sunday.

“E’ molto, molto frustrante e molto triste. Grazie a Dio sono ancora qui. Ho vissuto per raccontare i fatti. Abbiamo atteso 38 anni per questo; è davvero frustrante”, afferma Alana Burke, ferita il 30 gennaio 1972.

Il NIO riferisce che Lord Saville manterrà il possesso del rapporto e non lo consegnerà al governo fino a dopo le elezioni.

Un portavoce ha difeso la gestione della questione di Woodward: “Il Segretario di Stato non ha altra scelta che seguire la legge, che impone di assicurare la correttezza del rapporto finale secondo l’Articolo 2 (Diritto alla Vita).

“Il Segretario di Stato è lieto che questo processo abbia confermato l’assenza di modifiche al rapporto di Lord Saville.

“Perciò il Segretario di Stato ha rispettato il suo impegno secondo cui l’intero rapporto Saville verrà pubblicato quanto prima dopo le elezioni generali”.

L’inchiesta di Lord Saville fu istituita dall’ex primo ministro Tony Blair 12 anni fa ed è costata quasi 200 milioni di sterline.

[flv:/flv_video/ww_saville_20100407.flv 590 350]