Il progetto Les Enfants Terribles si sviluppa come un diario intimo.

Appunti di una crociata contro la parola intesa e interpretata come ribellione al diluvio verbale che segna la deriva dei nostri giorni.

L’occhio avido del giornalista si tuffa in un luogo chiuso a tutti gli sguardi e profana il tempio dei silenzi dell’ultra-nazionalismo in Europa.

Un Candide del terzo millennio che esplora, dissacra e perturba.

Freedom is the freedom to say 2+2=4. If that is granted, all else follows.
George Orwell

[divider]

Les Enfants Terribles, who’s who