Aereo caduto a SchipiolANKARA – Il Boeing B737 serie 800 della Turkish Airlines schiantatosi stamani alle 10.40 locali in fase di atterraggio ad Amsterdam era decollato da Istanbul alle 07.55 come volo TK 1951. Il velivolo, battezzato ‘Tekirdag”, aveva a bordo 127 passeggeri e un equipaggio composto da due piloti e cinque assistenti di cabina. Il Tekirdag, secondo fonti della compagnia di compagnia di bandiera turca, era stato sottoposto all’ultima revisione periodica lo scorso dicembre ed era risultato in “perfette condizioni tecniche”. Il Boeing 737-800 è uno dei velivoli per collegamenti a medio raggio più diffusi al mondo con oltre 1.000 esemplari venduti dalla statunitense Boeing Corporation ed è apprezzato per la sua alta versatilità di impiego e per i bassi costi operativi. E’ un bireattore con autonomia di 5.000 chilometri, che puòvolare ad una quota massima di 41.000 piedi (circa 13.000 metri) e che nella versione acquistata dalla Turkish Airlines può trasportare fino a 180 passeggeri ad una velocità di crociera di 890 chilometri orari. La Turkish Airlines ha una linea operativa di 52 velivoli B737-800, su un totale di 129 aerei della sua flotta, rappresentando così uno dei maggiori acquirenti del modello statunitense. La compagnia di bandiera turca è considerata uno dei vettori aerei con il più alto tasso di crescita per quanto riguarda il volume di passeggeri trasportati che la pone al terzo posto in ambito europeo con riferimento al 2008, anno in cui ha registrato un aumento di passeggeri di oltre il 15,6%, e settima in ordine di importanza davanti all’Alitalia. Nel 2008 la Turkish ha trasportato 21,8 milioni di passeggeri.