hamid karzaiUn kamikaze si è fatto esplodere davanti all’ambasciata dell’India a Kabul.

I morti sarebbero almeno 40 e oltre cento sono i feriti.

La maggior parte delle vittime sono civili che aspettavano di entrare all’interno dell’ambasciata per ottenere un visto.

Il presidente dell’Afghanistan, Hamid Karzai, si legge in un comunicato governativo, “condanna con forza l’attacco terroristico perpetrato contro l’ambasciata indiana e ritiene sia opera dei nemici” che si oppongono all’amicizia tra i due Paesi.

I “nemici” sarebbero i militanti talebani e gli estremisti, aiutati spesso dai servizi segreti della regione, che sono coinvolti in numerosi e violenti attentati contro il governo di Karzai.

L’India ha condannato con fermezza l’attentato contro l’ambasciata, sottolineando che gli attacchi terroristici non impediranno di portare avanti gli impegni presi con il governo di Kabul.