L’appello dei quattro repubblicani ritenuti responsabili “mortali” per la bomba di Omagh del 1998 si terrà il prossimo gennaio

Omagh, Northern IrelandMichael McKevitt, Liam Campbell, Seamus Daly e Colm Murphy sono stati citati a giudizio da parte dei parenti di 12 vittime, cui nel giugno scorso sono state assegnate 1,6 milioni di sterline di indennizzo.

Il giudice ha anche ritenuto responsabile per la bomba l’organizzazione repubblicana Real IRA, che causò la morte di 29 persone e di due bambini non ancora nati.

All’inizio di quest’anno gli uomini accusati hanno ricevuto aiuti legali per perseguire i loro appelli.

Gli avvocati di alcuni di loro hanno richiesto le trascrizioni dall’azione legale originale come parte del loro caso.

Nessuno è mai stato condannato da un tribunale penale per aver provocato le vittime di Omagh.

L’unico uomo ad affrontare accuse penali per gli omicidi di Omagh fu Sean Hoey, 38 anni, da Jonesborough nel sud di Armagh. E’ stato assolto nel 2007.

Le famiglie hanno avanzato un’azione civile multi milionaria nel tentativo di portare alla luce nuove informazioni riguardo l’atrocità.

Non era un caso criminale e nessuno è stato imprigionato.

Nessuno degli uomini ha dichiarato in giudizio la capacità di versare qualsiasi tipo di pagamento su larga scala.

Fin dall’inizio, le famiglie hanno precisato che l’azione civile è stata un veicolo per rendere di pubblico dominio quante più informazioni possibili sulla bomba di Omagh e sugli uomini che ritenevano fossero coinvolti.

Un ricorso separato dalle famiglie per ottenere un risarcimento maggiore avrà luogo in gennaio.