I dettagli dell’accordo siglato da DUP e Sinn Fein, per il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia a Stormont e il documento per la gestione della stagione delle marce

L’accordo di Hillsborough Castle è composto da 21 pagine ed è diviso in 5 sezioni, per coprire un’ampia gamma di misure volte a rendere l’Assemblea di Stormont ed il lavoro dell’Esecutivo più scorrevole.

Devolution

I poteri di polizia e giustizia verranno trasferiti il 12 aprile, con una risoluzione per voto cross-community (approvato dai rappresentanti di entrambe le comunità) stabilito dal primo ministro e dal suo vice per il 9 marzo in Assemblea.

Il pacchetto finanziario da 800 milioni di sterline (circa 920 milioni di euro) proposto da Gordon Brown coprirà una serie di spese una tantum per l’instaurazione del sistema penale nella regione.

Una parte del denaro servirà a pagare i risarcimenti multimilionari degli agenti che hanno avuto gravi danni al proprio udito durante gli addestramenti con le armi avvenuti nei Troubles.

Una grande fetta delle finanze serviranno all’ammodernamento degli edifici dei Tribunali.

MInistro della Giustizia

Ci sarà un solo ministro della Giustizia a capo del ministero, che sarà responsabile della politica e della legislazione relativa al sistema di polizia e di giustizia.

Il ministro della Giustizia sarà eletto tramite votazione comunitaria trasversale dall’Assemblea, dopo la candidatura di qualsiasi parlamentare. Il ministro della Giustizia avrà lo stesso status degli altri ministri all’interno dell’Esecutivo.

Lui o lei avranno la possibilità di applicare decisioni urgenti senza ricorrere ai colleghi dell’Esecutivo.

Il ministro della Giustizia sarà il 12° ministero nel gorverno nordirlandese.

Sarà guidato da un ministro della Giustizia, con il leader dell’Alliance Party caldamente raccomandato per il ruolo, e controllato da un Comitato composto da membri dell’Assemblea provenienti dai maggiori partiti.

In totale, la responsabilità di oltre 20 agenzie di sostegno all’ordine pubblico sarà trasferita sotto il suo controllo.

Il primo ministro ed il vice primo ministro lunedì considereranno le candidature per il nuovo ministro della Giustizia.

Parate

Un gruppo di lavoro co-presieduto, composto da 6 membri con esperienza nella gestione dei problemi della parate, sarà incaticato dall’ufficio del primo ministro e del vice primo ministro (OFMDFM) per affontare le parate contenziose, tra cui quelle di Drumcree, Ardoyne e Lower Ormeau.

Incaricato dal primo ministro e dal suo vice, il comitato dovrà trovare risultati concordati, che ritengono siano capaci di raggiungere il sostegno intercomunitario per un quadro di lavoro nuovo e migliorato.

Il loro lavoro inizierà immediatamente e sarà completato in tre settimane.

I partiti affermano di impegnarsi per un nuovo e migliorato sistema di lavoro, modellato da tutte le parti interessate e massimizzando il sostegno delle comunità.

I principi chiave sono:

  • La gente del luogo fornisce le soluzioni locali
  • I rispetto dei diritti di chi marcia, ed il rispetto per i diritti di chi vive nelle zone attraverso le quali si vuole sfilare. Questo include il diritto di tutti di essere libari dalle molestie settarie
  • Riconoscere che a volte vi sono diritti contrastanti
  • Trasparenza, apertura ed equità

Seguendo la fine del processo consultivo, una Legge sarà creata entro la fine del 2010.

L’attuale meccanismo di aggiudicazione della Parades Commission continuerà fino alla messa in opera del nuovo sistema.

Esecutivo

Un gruppo di lavoro dell’Esecutivo sarà istituito per esaminare i metodi di miglioramento del Gabinetto condiviso. Sarà guidato dal leader dell’Ulster Unionist e ministro per l’Occupazione Sir Reg Empey e del ministro dello Sviluppo Sociale Margaret Ritchie.

I ministri junior di DUP e Sinn Fein, Robin Newton e Gerry Kelly, guideranno un altro gruppo di lavoro sui progressi riguardanti questioni cui il Gabinetto non è riuscito ad accordarsi. Questo include lo stallo sulla ristrutturazione del sistema educativo.

Il primo ministro ed il vice primo ministro condurranno un esercizio per affrontare le questioni ancora in sospeso, legate all’Accordi di St Andrews. Queste includono le misure legislative per proteggere i diritti di chi parla in gaelico.

L’accordo è stato confermato nella tarda serata di giovedì dopo l’annuncio del primo ministro del DUP Peter Robinson, secondo cui il suo partito aveva accettato unanimemente l’accordo.

[flv:/flv_video/ww_dealdetails_05022010.flv 590 350]