di Barry McCaffrey, Irish News

Brendan "Bik" McFarlaneL’ex leader dell’IRA all’interno della prigione di Long Kesh, Brendan ‘Bik’ McFarlane, ha rilasciato le ‘comunicazioni’ segrete che proverebbero come i repubblicani non rifiutarono un accordo con il governo britannico per far terminare lo sciopero della fame del 1981.

Richard O’Rawe, addetto stampa dell’IRA negli H-Blocks durante lo sciopero della fame, ha pubblicato il suo secondo libro Afterlives: The Hunger Strike and the Secret Offer that Changed Irish History.

Nel libro sostiene che i prigionieri erano disposti ad accettare un’offerta per porre fine alla protesta, ma fu respinta dalla leadership dell’IRA fuori da Maze/Long Kesh.

Egli sostiene che, a seguito della decisione, sei prigionieri repubblicani morirono inutilmente.

McFarlane ha detto che avrebbe interrotto i suoi cinque anni di silenzio, fornendo le comunicazioni segrete redatte da O’Rawe durante lo sciopero della fame, nei quali accusò il governo britannico di cercare di prolungarlo.

Si legge: “E’ fondamentale, inoltre, che tutti si rendono conto che la ICJP [Irish Commission for Peace and Justice – Commissione Irlandese per la Pace e la Giustizia] è stata vittima della perfidia inglese e che l’ambiguità che accompagna tutte le dichiarazioni del governo britannico è intenzionale, affinché in un secondo stadio possano abdicare la loro responsabilità”.

In un’altra parte delle comunicazioni inviate tra i repubblicani all’interno e all’esterno del carcere, O’Rawe commenta una decisione del Northern Ireland Office di inviare funzionari nel carcere per parlare con i prigionieri repubblicani in sciopero della fame.

“Capire questo sviluppo è un’estensione della scaltrezza che ha segnato il ruolo degli inglesi in questo problema”, scriveva.

“Gli inglesi conoscono la nostra decisione in relazione alla loro dichiarazione dell’8 luglio ma hanno visto la possibilità di guadagnare nel settore propagandistico, così hanno inviato due uomini del NIO nella loro missione pubblicitaria, per spiegare una dichiarazione assolutamente respinta”.

In un’altra sezione si riferisce al rifiuto del governo britannico di consentire a McFarlane di partecipare ad un incontro tra il NIO e gli hunger strikers.

“Ancora una volta gli inglesi sono impegnati in un esercizio di propaganda … Il fatto è che se i britannici fossero veramente disposti a cercare una soluzione tale incontro sarebbe un beneficio e saremmo lieti che gli hunger strikers fossero adeguatamente rappresentati da Brendan McFarlane”, scriveva O’Rawe.

McFarlane ha detto di aver respinto le affermazioni di O’Rawe, secondo cui l’IRA avrebbe permesso a sei dei 10 scioperanti della fame di morire inutilmente.

Ten Men Dead | 1981 Hunger Strike

“Ho resistito deliberatamente a portare attacchi personali contro Richard negli ultimi cinque anni”, ha detto McFarlane.

“Ma sento che non è il tempo, una volta per tutte, di dimostrare oltre ogni dubbio che quello che sta dicendo è assolutamente falso.

“Questi Coms (comunicati) sono scritti con la grafia di Richard e mostrano chiaramente che riteneva che gli inglesi avessero alcun interesse a un accordo.

“L’idea che un accordo proveniva dalla Thatcher ed è stata respinta dalla leadership esterna per opportunità politica, è un inganno totale.

“Le sue affermazioni di una presunta conversazione con me in cui dissi che avremmo accettato un accordo è un mito assoluto.

“I comunicati di Richard dimostrano che gli inglesi non sono mai stati seri riguardo ad un accordo”.

McFarlane afferma che le dichiarazioni del suo ex compagno causano gravi difficoltà alle famiglie delle vittime dello sciopero della fame.

“Spero che questi comunicati dimostreranno una volta per tutte chi sta dicendo la verità”, afferma McFarlane.

Rispondendo alle critiche del suo ex compagno di cella, O’Rawe ha detto che McFarlane dovrebbe “dire la verità sullo sciopero della fame, piuttosto che rigurgitare queste assurdità una volta di più”.

“Per necessità, queste dichiarazioni alla stampa dovevano essere inflessibili e di grande impatto nei toni perché non li leggevano solo l’uomo e la donna comune, ma anche il governo britannico.

“Se avessero contenuto il minimo accenno di debolezza, sarebbero stati visti come una crepa nella nostra determinazione e avrebbe comportato un indurimento dell’attitudine del governo britannico.

“Che cosa è che Bik non capisce su questo?

“Forse avrebbe dovuto chiedere ai suoi colleghi della leadership dello Sinn Fein qual è la differenza tra le dichiarazioni pubbliche e le realtà private.

“Dopo tutto, per anni ci hanno detto che l’IRA non avrebbe mai, mai smantellato gli arsenali, ma in privato sono stati preparati per fare proprio questo.”

Comunicati 1981 Hunger Strike
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif Le foto dei comunicati scritti da Richard O\'Rawe durante lo sciopero della fame del 1981 a Long Kesh Dimensione / Size:
4.45MB
Scaricato / Clicks:
80

i comunicati del 1981

Comunicato A pag 1 | Comm A page 1Comunicato A pag 2 | Comm A page 2Comunicato B pag 1 | Comm B page 1Comunicato B pag 2 | Comm B page 2Comunicato B pag 3 | Comm B page 3Comunicato B pag 4 | Comm B page 4