Nathan Hastings arrestato a Derry

Il presunto volto pubblico della “New IRA” è stato portato in aula lunedì per rispondere del ritrovamento di armi e bombe

Nathan Hastings, un operaio delle telecomunicazioni di Strathfoyle, è accusato di detenzione di armi da fuoco, imitazione di armi da fuoco, munizioni ed esplosivi.

Il ventenne è anche accusato di possesso di un ordigno esplosivo improvvisato.

La polizia ritiene che gli agenti infiltrati abbiano sventato un potenziale attacco contro i membri delle forze di sicurezza.

È stato riferito in aula che Hastings non ha parlato durante i lunghi interrogatori cui è stato sottoposto dopo il suo arresto.

Un ufficiale di polizia ha detto alla corte che Hastings era alla guida di una Citroen Xsara, uno dei due veicoli fermati dalla polizia in una operazione di mira attività repubblicano dissidente.

Il conducente della seconda auto, un cinquantaquattrenne di Derry, è stato arrestato ma poi rilasciato incondizionatamente.

L’ufficiale ha detto che all’interno della macchina guidata dall’imputato sono stati trovati degli oggetti in un sacchetto di plastica nel vano dei piedi a lato passeggero.

Ha descritto l’imputato come il volto pubblico del 32 County Sovereignty Movement e ha detto che due ore prima del suo arresto è stato visto abbandonare la propria auto, una Vauxhall Astra, in Fanad Drive a Creggan.

Ad Hastings è stato rifiutato il rilascio con la condizionale, sebbene non abbia alcun precedente penale e sia padre di un bimbo di soli due anno. Verrà detenuto in custodia cautelare fino al prossimo 8 maggio.

All’inizio di questo mese il giovane è stato intervistato da Channel 4 New riguardo al vertice G8 che si terrà in estate a Fermanagh e sulle proteste programmate dai repubblicani.

Giorni prima dell’intervista Hastings ha guidato una commemorazione repubblicana della Rivolta di Pasqua in città.

Ha detto a Channel 4 News che la crescente insoddisfazione verso il Sinn Fein ed il processo di pace porta a un maggiore sostegno per il militarismo.

La “New IRA”, ha affermato, è “la più grande e temuta organizzazione del paese”.

Aveva quattro anni quando i Provisional IRA dichiararono il cessate-il-fuoco. Fa parte di una nuova generazione di giovani scontenti che scelgono di vivere una vita di molestie costanti della polizia in quanto sostenitore repubblicano.

“Ovunque a Derry, non importa in quale quartiere si va, tranne uno o due, ci sono graffiti, scritte, simboli a sostegno del repubblicanesimo e in tutta Derry c’è un supporto clamoroso per il ruolo giocato dall’IRA negli ultimi 30-40 anni e sull’attuale ruolo svolto dall’IRA”, ha spiegato a Channel 4.

“Il G8 portato nella contea di Fermanagh è l’inglese che dice di avere una situazione ben controllata: «non c’è alcuna minaccia per la sicurezza qui». È l’invio di un messaggio per placare gli unionisti e al mondo riguardo l’Irlanda”.