Il ministro junior dello Sinn Fein, Gerry Kelly, ha ricevuto minacce di morte da un gruppo di paramilitari lealisti

Il parlamentare di North Belfast ha riferito che gli agenti della polizia lo hanno avvisato mercoledì sera della minaccia giunta dell’Orange Volunteers.

E’ il secondo avvertimento del genere in poche settimane per l’ex prigioniero repubblicano.

Gli Orange Volunteers sono un gruppo di lealisti contrari al processo di pace.

“Ieri sono stato informato dalla PSNI di una minaccia di morte contro di me”, ha detto Kelly.

“La minaccia avverte che ‘Il capo dello Sinn Fein, Gerry Kelly, sta per essere colpito entro 48 ore – Orange Volunteers – No Surrender (Nessuna resa)’.

“Questa è la seconda minaccia nelle ultime settimane e, ovviamente, per il bene della mia famiglia devo prenderla seriamente. Dicendo questo, nessuna minaccia mi sottrarrà al lavoro per conto dei miei elettori e a quello per il proseguimento del processo politico e della pace in Irlanda”.

La polizia non commenta l’incidente.

Kelly è l’ultimo rappresentante dello Sinn Fein avvertito delle minacce contro la sua vita negli ultimi mesi.

I repubblicani ed i lealisti irriducibili sono stati accusati delle minacce.

A dicembre quattro membri del partito hanno ricevuto minacce telefoniche provenienti dal sud della Spagna.