Auto della poliziaAll’interno del negozio JJB Sports in Royal Avenue, nel centro di Belfast, un ordigno incendiario è parzialmente esploso nelle prime ore della mattina.

Nel corso dell’approfondita perquisizione svolta dalle forze di sicurezza è stato ritrovato un secondo ordigno inesploso.

Gli artificieri hanno lavorato tutto il giorno per mettere l’area commerciale in sicurezza, senza trascurare alcun aspetto.

Trevor O’Neill, ispettore capo della polizia nordirlndese, afferma che è prematuro indicare chi potrebbe essere dietro a questo attacco, anche se tutto porta in direzione dei dissidenti repubblicani.

“Questi ordigni hanno il potenziale necessario per distruggere gli edifici. E causare vittime tra la popolazione”, prosegue O’Neill.

“Chiediamo ai proprietari ed ai gestori delle attività commerciali di essere vigili e controllare attentamente i loro esercizi quotidianamente, con molta regolarità, segnalando la presenza di involucri sospetti”.

Secondo l’ispettore gli ordini possono essere nascosti in luoghi non facilmente raggiungibili. Perciò è molto importante “la vigilanza dei negozi. L’indifferenza mostrata da chi ha posizionato questi ordigni è impossibile da comprendere – prosegue O’Neill. Questo è uno dei negozi più affollati posizionato in una via molto trafficata di Belfast e non posso immaginare cosa sarebbe potuto accadere se l’ordigno fosse esploso completamente durante l’ora di massima affluenza dei clienti”.

Anche il ministro della Sicurezza Paul Goggins condanna “questo attacco indiscriminato”.

“Questa è l’opera di un gruppo isolato, senza supporto da parte della comunità”, conclude Goggins. “Tutti dovrebbero restare vigili contro questa minaccia”.