Rosemary NelsonIl rapporto della pubblica inchiesta sull’omicidio dell’avvocato Rosemary Nelson, avvenuto nella contea di Armagh nel 1999, sarà pubblicata integralmente lunedi 23 maggio. La conferma giunge dal Segretario di Stato.

La donna, madre di tre figli, fu assassinata a Lurgan il 15 marzo 1999 dallo scoppio della bomba lasciata sotto alla sua macchina del gruppo paramilitare lealista dei Red Hand Defenders.

Ad inizio aprile venne annunciato che la relazione non sarebbe stata pubblicata fino a dopo le elezioni per l’Assemblea dell’Irlanda del Nord.

Mentre esercitava come avvocato, Rosemary Nelson aveva lavorato per alcuni importanti repubblicani.

La quarantenne agiva anche come consigliere legale di un gruppo di residenti cattolici che si opponevano alle marce dell’Orange Order a Drumcree.

Dopo aver denunciato di essere stata intimidita dai membri delle forze di sicurezza e dai paramilitari lealisti, il caso della Nelson salì alla ribalta internazionale, con un certo numero di gruppi per i diritti umani in tutto il mondo che temevano per la sua sicurezza.

Il Segretario di Stato Owen Paterson ha detto che rilascerà una dichiarazione alla House of Commons quando il rapporto arà pubblicato.

“Con il permesso del Presidente, confermo che darò l’opportunità alla famiglia di Rosemary Nelson, così come altre parti rappresentate nell’inchiesta, di vedere il rapporto privatamente e di conoscerne i dettagli dagli avvocati, alcune ore prima del rilascio dello stesso.

“Alcuni membri di questa Assemblea avranno allo stesso modo l’opportunità di vedere il rapporto prima della pubblicazione, per consentire loro di rispondere alla dichiarazione resa alla House of Commons al momento del rilascio”.

La < href="http://www.rosemarynelsoninquiry.org/" title="Rosemary Nelson Inquiry">Rosemary Nelson Inquiry è stata presieduta da Sir Michael Morland.