Real IRA | RIRALa divisione di Derry della Real IRA ha confermato di essere autrice dell’attacco di mercoledì sera contro agenti di polizia in pattuglia lungo Glen Road e ha avvisato che seguiranno altri attacchi.

In una dichiarazione, il gruppo ha anche negato ci fossero presenti civili nelle immediate vicinanze da dove furono sparati i colpi, come invece sostenuto dalla polizia.

Un portavoce del gruppo repubblicano, utilizzando la parola chiave corretta, ha affermato che i “volontari” hanno atteso che i civili si allontanassero prima di sparare.

“Abbiamo cercato di attaccarli in due occasioni ma erano circondati dai civili, compresi bambini, e siamo stati costretti a rinunciare. I volontari hanno attaccato i poliziotti quando sono tornati all’auto di servizio ed il veicolo è stato centrato da sei proiettili. Quando èavvenuto l’attacco non c’erano civili intorno all’obiettivo.

“Il fatto che i volontari siano arretrati quando si trovavano in una posizione più vicina ha indubbiamente salvato la vita dei poliziotti”, afferma il gruppo.

Real IRA afferma che la PSNI utilizza i civili come “scudi” quando rispondono alle chiamate. “Si circondano deliberatamente di civili, specialmente di giovani, che utilizzano come scudi.

“Diciamo nuovamente alla popolazione di stare lontana dalla polizia britannica e chiediamo ai genitori di dire ai figli di stare lontani dagli agenti e di non farsi usare come scudi”, ha proseguito il portavoce.

Respingendo la denuncia della PSNI secondo cui la vita della gente era stata messa in pericolo dall’attacco, il portavoce della RIRA ha detto: “La presenza dei civili ha salvato delle vite in questa occasione. Altri attacchi arriveranno”.