BellaghyI (dissidenti) repubblicani sono indicati come responsabili per la cancellazione di una parata per il Remembrance Day.
Un’operazione di sicurezza è stata avviata a Bellaghy, dopo che la polizia ha ricevuto un’informazione riguardante un presunto ordigno lasciato nella cittadina, a poca distanza del percorso della parata.

La polizia si è “consultata con gli organizzatori della parata” prima di prendere la decisione di annullare la marcia, mentre l’operazione di sicurezza era in corso.

Comunque i membri del gruppo locale della Royal British Legion, giunti per la parata, hanno detto che c’erano pochi indizi sulle ricerche dell’ordigno da parte della polizia.

“Non pareva ci fossero agenti di polizia alla ricerca dell’ordigno e, da quello che abbiamo potuto vedere, la gente svolgeva le proprie attività come sempre”, ha riferito Ronnie Curry, ex presidente del Castledawson and District RBL.

Curry ha parlato di un “senso di rabbia e frustrazione” tra i membri riguardo all’allarme sicurezza, non ancora rivendicato da alcuna organizzazione.

“Se avessimo visto un cordone di polizia, o segni visibili di una ricerca, allora avremmo accettato la decisione di cancellare la parata.

“Chiunque sia responsabile per l’ordigno o per l’allarme, ha rovinato un giorno molto importante per molte persone qui a Bellaghy – hanno cercato di negarci il diritto di ricordare i nostri camerati caduti”.

I membri del Castledawson and District RBL hanno comunque tenuto una breve parata nei dintorni di Bellaghy, mentre l’allarme sicurezza continuava.

Curry ha detto di “cercare risposte dalla polizia” e sta valutando se contattare il Police Ombudsman riguardo all’operazione.

Un portavoce della polizia, ieri sera, ha riferito che l’operazione era “ancora in corso” nella cittadia e ha avvisato la popolazione di non avvicinarsi ad alcun oggetto sospetto trovato nella zona.

Ian McCrea, parlamentare unionista per Mid-Ulster, ha descritto l’allarme come “un’altra manovra volta a provocare dolore e tensione.

“Non penso ci siano dubbi che i dissidenti repubblicani siano dietro a questo allarme, progettato per distruggere un evento importante”, prosegue McCrea.

“Sfortunatamente, tutto ciò che devono fare è una telefonata, e la polizia la deve prendere seriamente. Non credo possano esserci dubbi sul potenziale di distruzione posseduta dai dissidenti repubblicani”.

Il parlamentare del DUP ha aggiunto: “Prendendo di mira la parata, i dissidenti repubblicani stanno negando il fatto che i cattolici si sono schierati a fianco dei protestanti e dei credenti di altre religioni per proteggere tutte le nostre libertà”.