Il leader unionista Peter Robinson, DUP, chiede immediati cambiamenti al lavoro dell’Esecutivo: basta l’accordo tra 3 partiti per prendere una decisione

Peter RobinsonAttualmente il DUP e lo Sinn Fein possono bloccare qualsiasi iniziativa non sia di loro gradimento.

In un discorso ai sostenitori del DUP, avvenuto venerdì in Foyle, ha affermato che l’attuale sistema incoraggia lo stallo e “il prestigio di un partito politico piuttosto che il buon governo”.

Robinson ha chiesto un “accordo informale non vincolante” tra i partiti presenti nell’Esecutivo.

Così ogni decisione richiederebbe il sostegno del DUP e Sinn Fein o di altri tre partiti per essere approvata.

“Questo assicurerebbe un grande sostegno ma non permetterebbe ad un singolo partito di porre un veto sul progresso. Incoraggerebbe la cooperazione ed il compromesso e farebbe cessare il potenziale del ricatto tramite lo stallo”, ha affermato il primo ministro nordirlandese.

“Sono preoccupato che il fallimento da parte dell’Esecutivo di prendere alcune decisioni sia un pedaggio per la credibilità presso la popolazione.

“Come piccola regione del Regno Unito una delle più grandi forze dell’Irlanda del Nord dovrebbe essere l’agilità e la velocità nel prendere le decisioni”.