Spari contro agenti PSNI

Tre agenti sono rimasti profondamente scossi dall’attacco armato avvenuto nei dintorni di West Belfast, descritto da Sinn Fein e PSNI come un tentato omicidio

Alle 13 di oggi gli ufficiali stavano rispondendo ad una chiamata per un furto con scasso nella zona di Foxes Glen a Dunmurry quando l’attacco ha avuto luogo.

Appena scesi dall’auto sono stati esplosi circa sei spari. Una poliziotta e due suoi colleghi sono rimasti molto scossi per l’incidente.

La polizia ritiene che il rapporto di furto con scasso fosse solo un tentativo di attirare i poliziotti nell’area.

L’Ispettore Capo dell’Area di Lisburn, Darrin Jones, ha descritto gli agenti come “tre persone che stavano solo cercando di svolgere il loro dovere e servire la loro comunità al meglio delle loro capacità”.

“Mi sento molto fortunato e incredibilmente grato che i responsabili di questo attacco hanno fallito nel loro obiettivo di omicidio”, ha aggiunto l’alto ufficiale.

“Avremmo potuto così facilmente avere a che fare con una tragedia inimmaginabile, qualora la persona o le persone che hanno premuto il grilletto fossero riuscite nell’intento malvagio”.

L’Ispettore Capo Jones si è appellato alle persone delle zone di Twinbrook e Dunmurry affinché proseguano nel loro sostegno alla PSNI.

Per il consigliere dello Sinn Féin l’attacco è sconsiderato.

Ha detto: “I colpi sono stati sparati da una valle in una strada abitata. C’è anche una macchina qui, dove un proiettile è entrato dal finestrino e usciti dal sedile. IL proiettile si trova proprio qui sul terreno”.

“Per me, è tentato omicidio di poliziotto.

“Sono contento che nessuno sia rimasto ferito, ma molto facilmente qualcuno in questa comunità – bambini o adulti – avrebbe potuto essere ferito”.

Theresa Villiers, Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord, ha condannato l’attacco.

“Questi agenti sono stati estremamente fortunati a non essere rimasti uccisi o feriti da un attacco così vile e insensibile”.

Ha aggiunto: “Il lavoro della PSNI è proteggere e servire l’intera comunità. So che continueranno a farlo, nonostante la minaccia rappresentata da una piccola minoranza intenta a danneggiare le comunità e distruggere le vite”.