Da 40 anni i peace wall fanno parte del panorama di Belfast

peacewallsA luglio 1969, i soldati hanno eretto le prime barriere ufficiali.

Molte altre sono state eliminate negli anni seguenti ai cessate-il-fuoco, e l’ultimo conteggio indica in 88 le barriere presenti nella città.

UTV Live ha ideato una serie di speciali che guardano alla storia delle mura e delle loro istanze, e le comunità locali dicono la loro sulla questione del loro abbattimento.

Sono state innalzate come sgangherate barriere temporanee destinate a sostituire le barricate stradali innalzate nei sanguinosi scontri settari a Belfast nel 1969.

Ma dopo 40 anni i “muri della pace” sono ancora qui, con i loro 12 metri di altezza, simbolo indelebile nel tessuto di una società ancora divisa.

A Belfast, un sondaggio ha mostrato che la grande maggioranza della gente che vive nelle zone di interfaccia desiderano l’abbattimento dei muri, ma non pensano sia giunto il momento per farlo, non ancora.

Il sondaggio ha mostrato come 81 persone su 100 siano a favore dell’abbattimento dei muri, ma il 60% non ritiene il momento adatto.

Solo il 21% chiede la distruzione immediata dei muri ed il 17% si dice indifferente se i muri non verranno mai demoliti.

A Belfast una donna che si opponeva alla demolizione di un muro davanti all’uscio di casa ha detto che non solo non conosceva chi abitava a pochi metri dalla recinzione ma di non aver mai neppure visto cosa c’è dall’altra parte.

Gli speciali sui “muri della pace” sono su Utv Live dal 15 al 17 luglio.

Peace Walls | Muri di pace

[flv:/flv_video/ww_peacewalls20090615.flv 450 355]