La sessione plenaria dell’Alta Corte penale spagnola ha decretato che Inaki de Juana, che ha oggi raggiunto l’ottantesimo giorno del suo secondo sciopero della fame, rimarrà agli arresti presso l’ospedale carcerario ‘12 de Octubre’ di Madrid. La consulta, durata poco più di un’ora, si è conclusa con 12 voti a favore e solo quattro contrari. Nella nota espositiva del provvedimento la corte ha inoltre ribadito che non solo non ci sarà alcuna concessione di libertà provvisoria, ma che la detenzione presso il centro ospedaliero comporterà l’adozione della terapia più adeguata alla situazione, “compresa il ricorso all’alimentazione forzata qualora si rendesse necessario e conformemente alle risoluzioni precedenti”. (Tratto da L’ottantesimo giorno di Inaki)

[flv:/flv_video/inaki_askatu.flv 425 355]