Almeno 600 agenti chiusi in ufficio saranno riportati sulle strade in base ai nuovi piani del comandante della PSNI Matt Baggott di riorganizzare il servizio

Matt Baggott, PSNILa sua squadra dirigenziale sta effettuando un attento riesame prima di allontanare i poliziotti dai lavori di ufficio.

La stragrande maggioranza di questi agenti sono stati riportati in strada giungono dalla truppa, ma anche le posizioni di altri ufficiali fino al rango di Chief Superintendent Soprintendente Capo) vengono verificate.

Il Chief Constable, entrato in carica solo sei mesi fa, ha già illustrato i piani al Policing Board ritenuti migliori dal punto di vista finanziario, e la grande iniziativa per aumentare la fiducia della popolazione nell’abilità di contrastare il crimine e di accelerare il processo penale.

Matt Baggott si aspetta resistenze al cambiamento, ma nell’immediatezza di un’importante operazione di sicurezza che ha impedito ai repubblicani di colpire un poliziotto nella Contea di Fermanagh, il comandante della polizia ha riferito: “MI aspetto che sarà un po’ disordinato perché non è mai stato fatto prima d’ora. Ma a volte devi cogliere le ortiche, e se non colgo quest’ortica adesso sarà più difficile coglierle in futuro”.

Anche se il taglio dei rimanenti 440 agenti della riserva PSNI si effettuerà entro marzo 2011, Baggott è deciso a rinforzare le sue risorse sul territorio dalla prossima estate, permettendo loro di lavorare con le comunità locali e liberarli dal lavoro di ufficio.

Carbomb Policing BoardHanno chiesto ai comandanti di distretto di giustificare il ruolino di ogni agente presente in ufficio entro gennaio e molti di quelli da riportare sulle strade saranno rimpiazzati da personale civile per snellire il processo gestionale dei casi.

Baggott si è detto sconvolto dall’ammontare di burocrazia presente nel sistema legale. Molta di essa, crede, potrebbe essere eliminato con l’introduzione di pene più fisse e ammonizioni per la criminalità minore.

Nel frattempo, due dei cinque uomini arrestati nel corso dell’operazione volta ad evitare il tentato omicidio di un poliziotto cattolico a Garrison, Contea di Fermanagh, sono ancora sotto interrogatorio.

Gli altri tre sono stati rilasciati senza alcuna accusa. Uno di loro era stato fermato dalla Garda a Rossinver, Contea di Leitrim, nella Repubblica d’Irlanda.

Ma i responsabili della sicurezza ritengono di aver dato un grosso colpo alle loro indagini sulle attività dei repubblicani in una parte del paese dove la minaccia terrorista è sempre molto elevata.