Bonfire a Ballybeen, Dundonald

Il bonfire di Ballybeen è stato dato alle fiamme con due settimane di anticipo

Il bonfire eretto a Ballybeen è stato incendiato domenica sera, dopo l’aumento della tesnione a East Belfast.

L’incendio è iniziato intorno alle 21 e la struttra è stata rasa al suolo 13 giorni prima della sera dell’11 luglio, quando i lealisti festeggiano l’arrivo delle navi di Guglielmo d’Orange sulle spiagge di Carrickfergus.

Molto altri bonfire (falò, Ndt) sono stati dati alle fiamme prima del tempo e le immagini dei presunti autori degli incendi sono state pubblicate sui social network.

L’ultimo incendio è avvenuto, appunto, nel quartiere lealista di Ballybeen, a Dundonald, a poca distanza dagli edifici del parlamento di Stormont.

Una fonte ha riferito: “Vi è un rischio per tutti i soggetti coinvolti. Spesso questi falò non sono strutturalmente idonei a bruciare. Sono costruiti settimane prima del 12 luglio e poi i giovani tendono a proteggerli.

“Ma nei giorni scorsi alcuni di queste cataste sono state date alle fiamme da elementi esterni alla comunità lealista.

“Queste persone stanno mettendo la loro incolumità a repentaglio, recandosi in queste aree con l’intento di bruciare i bonfire anticipatamente. Ho paura a pensare cosa gli sarebbe successo se fossero stati catturati.

“C’è bisogno di un maggiore livello di tolleranza da parte di tutti, così da poter vivere e lasciar vivere”.