Friel, presunto membro della Real IRA, ha ammesso di aver posseduto pipe bomb e altri componenti per la loro costruzione

Anthony Thomas FrielAnthony Thomas Friel si è dichiarato colpevole per il possesso di ordigni esplosivi e di altri componenti con l’intento di mettere in pericolo vite umane.

Il trentunenne di Derry si è anche dichiarato colpevole di possesso per scopo terroristico di una visiera con visore, un mini trapano in kit, punte, un pistola a caldo, vari strumenti e materiale elettrico, berretti, guanti, tute da lavoro, scatole di plastica, istruzioni per timer elettronici Bentley, batterie e nastro adesivo.

In una precedente udienza era stato spiegato come le bombe, i componenti e gli altri oggetti furono scoperti il 21 maggio 2012 in un appartamento in Maureen Avenue a Derry, dopo che la polizia aveva fermato il taxi di Friel e ritrovato tre serie di chiavi dell’appartamento.

Una donna poliziotto ha detto in aula, durante un’udienza per la richiesta respinta di rilascio su cauzione, che l’appartamento era stato utilizzato come magazzino e laboratorio per gli ordigni esplosivi, aggiungendo che era privo dei soliti arredi che si trovano comunemente nelle abitazioni come un letto, cibo e altri effetti personali.

Durante lo stesso raid, la polizia ha perquisito anche un garage nelle vicinanze.

Gli agenti PSNI hanno trovato un mortaio Mark 16, un tubo di lancio e altri oggetti per costruire ordigni in un armadio.

Un avvocato per la Corona ha detto alla corte che la polizia ha ritenuto questi elementi simili a quelli utilizzati dalla Real IRA per gli attacchi contro le forze di sicurezza avvenuti nelle ultime settimane, mentre i Provisional IRA non erano attivi nella zona ormai da otto anni.

“Considerato il materiale trovato a casa di quest’uomo, l’implicazione è che egli è coinvolto con la Real IRA”, ha detto l’avvocato.

Un avvocato difensore ha affermato che il garage dietro la casa non era chiuso e avrebbe potuto essere utilizzato da chiunque.

Ha spiegato che il mortaio non era utilizzabile.

Il suo cliente ha negato di essere entrato nel garage e non ci sono prov forensi contro di lui, ha aggiunto il legale.

Dopo le dichiarazioni di colpevolezza rilasciate venerdì alla Belfast Crown Court, Friel è stato nuovamente rimandato in custodia.

Il giudice David McFarland ha detto che la sentenza dovrebbe arrivare ad aprile, dopo le vacanze di Pasqua, quando le relazioni pre-sentenza saranno state compilate.