Gli unionisti replicano che il marciapiede viene dipinto ogni anno quale “espressione culturale”

Le preoccupazioni sono esplose dopo che un marciapiede di North Belfast è stato dipinto di rosso, bianco e blu, i colori della Union Jack.

La vernice è stata stesa sui cordoli dell’ingresso alla scuola elementare femminile Holy Cross di Ardoyne – già testimone di terribili violenze settarie contro le alunne.

Le lettere “LA” sono state dipinte all’ingresso. Non si sa con precisione a cosa si riferiscano, ma qualcuno ha suggerito potrebbero significare “Loyalist Ardoyne”.

Paul McClusker, consigliere SDLP per la zona, ha parlato di “rabbia crescente” dopo la scoperta.

Ha aggiunto: “C’è stato tanto lavoro positivo nella zona negli ultimi 16 anni dopo i disordini alla Holy Cross, lavoro per le relazioni comunitarie e per la promozione di spazi condivisi. Ma se ciò accade, specialmente con la scuola ancora aperta, è davvero preoccupante.

“Se il marciapiede fosse stato dipinto di verde, bianco e arancione, sarei stato la prima persona a chiederne comunque la rimozione. E le lettere LA dipinte all’ingresso sono un segnale intimidatorio per le persone. Ovviamente il Comune o Transport NI non rimuoveranno la vernice fino a quando ci saranno comunicazioni con tutti i membri della comunità.

“Ma chiedo ai dirigenti unionisti di farsi vedere e mostrare un po’ di leadership. Non voglio che la situazione peggiori, abbiamo bisogno di una politica forte qui”.

La questione era stata sollevata anche dal Greater Ardoyne Residents Collective sulla sua pagina Facebook.

Nessun comunicato è giunto dal DUP. Tuttavia, in un tweet, Dale Pankhurst, attivista politico unionista di Ardoyne, ha detto che durante la stagione delle marce “molte comunità unioniste mostrano correttamente la loro espressione culturale”, che include la pittura dei marciapiedi. Ha aggiunto che l’attività giunge per contrastare “la guerra culturale” voluta dallo Sinn Féin.

Ha accusato il GARC di “innalzare la tensione” perché ha messo in luce l’accaduto e domandato alle agenzie pubbliche di rimuovere la vernice.

Ha aggiunto che “la comunità unionista negli anni precedenti ha subito una massiccia erosione culturale, con le autorità che entravano nei nostri quartieri per rimuovere qualunque cosa fosse collegata al sentimento pro-britannico, danneggiando inevitabilmente le relazioni comunitarie”.

Un lealista ha detto che i cordoli vengono ridipinti ogni anno. Ha aggiunto: “È deludente che queste cose accadano ancor, mentre le persone stanno cercando di disinnescare la tensione, ma è un contraccolpo contro ciò che viene visto come una continua richiesta dallo Sinn Féin. È così che è sempre stato”.

La PSNI ha confermato di essere a conoscenza della situazione.

L’ispettore David McBride ha affermato: “La polizia ha ricevuto oggi – giovedì 29 giugno, Ndt – un rapporto in relazione ai marciapiedi dipinti nella zona di Ardoyne Road a North Belfast. Le indagini sono in corso”.

Nel 2001 la scuola fu al centro di un caso internazionale, quando i lealisti bloccarono la strada di accesso e le alunne dovettero essere scortate dalla polizia in assetto antisommossa dalla zona nazionalista fino al cancello di ingresso che si trova sul lato unionista della strada.

Ardoyne, North Belfast