Billy Hutchinson, PUP
Il leader del Progressive Unionist Party, Billy Hutchinson, è pronto ad entrare nuovamente nell’arena politica.

L’ex prigioniero dell’UVF ha detto che si candiderà sia alle elezioni consiliari che alle politiche.

Il partito attualmente è rappresentato da due consiglieri a Belfast – John Kyle e Hugh Smyth – e progetta di incrementare i voti nelle aree lealiste.

Hutchinson, ex parlamentare, ha spiegato i piani del partito di presentarsi anche alle prossime elezioni europee.

Il PUP appoggia l’Unione Europea ma è contrario all’ingresso del Regno Unito nell’eurozona.

Il partito spera di raccogliere voti dai lealisti ancora scossi dalla rimozione della bandiera dell’Unione dai pennoni della Belfast City Hall.

Vuole anche essere la voce dei lealisti che non voteranno più per DUP e UUP.

Hutchinson si presenterà in South Antrim alle prossime elezioni di Westminster, per le quali sta già pianificando del lavoro sul terreno.

“Ci ho pensato. Mi presenterò alle elezioni del 2015 in South Antrim”, ha affermato il lealista.

Ha aggiunto che il partito ha fatto un breve elenco dei candidati per le elezioni europee e spetterà all’esecutivo del PUP fare la selezione definitiva.

Ha comunque escluso di presentarsi alle prossime Europee.

Il PUP ha in programma di presentare candidati per le elezioni del consiglio a Belfast, North Antrim, South Antrim, East Antrim, Foyle e Portadown.

Tutti i candidati di Belfast firmeranno un impegno pubblico per riportare la bandiera dell’Unione sulla City Hall.

Alle prossime elezioni, i 26 consigli dell’Ulster saranno ridotti a 15 “super” consigli, nell’ottica di ridurre le spese pubbliche.

Hutchinson ha detto che le modifiche apportate ai confini dei Consigli porteranno a nuove sfide.

“Belfast sarà verde e Castlereagh e Lisburn saranno arancioni”, ha aggiunto.