Billy LeonardUn ex agente della polizia e membro dell’Orange Order divenuto l’ultimo parlamentare dello Sinn Fein, parla della sua transizione da protestante a nazionalista a repubblicano.

Il consigliere di Coleraine Billy Leonard, che lasciò lo SDLP cinque anni fa per entrare nello Sinn Fein, è stato selezionato per rimpiazzare Francie Brolly – che si ritira. Leonard afferma che il cambiamento è il risultato della sfida all’identità “britannica/unionista”.

Il 54enne ex riservista part-time della Royal Ulster Constabulary ha detto: “Per me è proprio come una sfida, ma io apprezzo quella sfida”.

Descrivendo la sua personale trasformazione da protestante praticante a repubblicano, Leonard ha detto che il più grande problema incontrare era sfidare l’identità britannica/unionista e adottare la sua “irlandesità”.

“Ho un grande amore per la storia e la politica ma la più grande transizione e sfida, per me, è stata l’identità irlandese. Avevo già lasciato da lungo tempo l’Orange Order prima della mia transizione”, ha proseguito.

Leonard ha ammesso che alcuni unionisti troverebbero la sua carriera politica difficile da credere e da comprendere.

Il nuovo parlamentare dello Sinn Fein, scelto durante una riunione di possibili candidati svoltasi a Derry ieri sera, ha anche ricordato le sue immediate priorità da portare nell’Assemblea: lavoro, educazione, infrastrutture e turismo.

“Credo dobbiamo essere più creativi sui tipi di lavoro che possiamo sperare di attirare. Penso abbiamo bisogno di assicurare la realizzazione di sistemi educativi; sulle infrastrutture dobbiamo guardare ai collegamenti stradali e ferroviari e al Foyle Ferry (il traghetto) e penso dovremmo avere un miglior pacchetto turistico per il nord-ovest”, ha affermato.

“La regione di North West (Nord Ovest) è una delle aree più disagiate di questa isola ed è importante avere una dirigenza forte per assicurare una corretta porzione a East Derry”.