32 County Sovereignty Movement statement

Aggressione Prison Officers Association (POA)La brutale aggressione e la rituale umiliazione inflitte contro il prigioniero di guerra Brendan Conway da parte di membri della Prison Officers Association è la prova adeguata, se ce ne fosse bisogno, che garantire i basilari diritti umani ai POW repubblicani nelle Sei Contee occupate si sta rivelando un compito troppo arduo per l’organismo settario che controlla il regime.

Mentre si recava in tribunale, a Brendan è stato chiesto di togliersi tutti i vestiti, operazione che si è rifiutato di fare.

Dopo il suo rifiuto, 6 secondini in assetto anti sommossa sono intervenuti e hanno compiuto una strip search (una degradante perquisizione corporale), strappando i vestiti e gli indumenti intimi di Conway.

Tutto è culminato in un brutale assalto, che ha provocato numerose ferite – compresi tagli e contusioni – alle sue gambe, alla testa e ad un occhio, insieme con problemi respiratori dovuti alla pressione applicata dai secondini in determinati punti del collo.

L’apparizione in aula di Brendan è stata quindi cancellata a causa della strip search forzata e il prigioniero è stato riportato nell’ala di Maghaberry.

Il 32 County Sovereignty Movement condanna l’aggressione di Brendan ed il tentativo delle autorità carcerarie di disfare l’accordo che è stato negoziato per far cessare queste pratiche draconiane.