Francis Mackey | 32 CSM
I tre repubblicani irlandesi – Francis Mackey, Peter Fitzsimmons e Martin Rafferty – cui era stato impedito l’ingresso in Canada sono stati rilasciati dal carcere a Toronto e sono rientrati in Irlanda.

Un portavoce del 32 County Sovereignty Movement (o 32 CSM), gruppo contrario all’Accordo del Venerdì Santo del 1998 e a favore dell’unificazione dell’Irlanda, dice che i suoi membri sono arrivati ​​a casa venerdì mattina, dopo il loro rilascio dal Maplehearst Correctional Complex di Milton, Ontario.

“Sono tutti esausti e hanno bisogno di tempo per recuperare”, ha detto il portavoce in un messaggio elettronico.

I tre uomini doveva recarsi in Canada per un tour di conferenze, ma sono stati giudicati “irricevibili” quando sono sbarcati al Pearson International Airport, ha spiegato il portavoce del 32 CSM. Il gruppo ha definito la decisione di vietare l’ingresso in Canada ai loro membri “una diretta violazione della libertà di parola” e un tentativo di mettere a tacere i repubblicani irlandesi.

Il gruppo ha tenuto una piccola manifestazione davanti all’ambasciata canadese a Dublino, venerdì scorso, in segno di protesta.

Citando la normativa sulla privacy, il Canada Border Services Agency ha rifiutato di confermare anche l’arresto dei prominenti membri del 32 CSM. Nessuna risposta, infatti, è giunta dalle chiamate verso l’ufficio del Ministro alla Pubblica Sicurezza Steven Blaney.

Il 32 CSM non è un gruppo ritenuto legato agli ambienti terroristici in Canada, ma viene ritenuto collegato alla Real IRA, gruppo armato bandito dagli Stati Uniti.

L’ente per la sicurezza in Canada, Public Safety Canada, in un rapporto del 21013 ha avvertito che “diversi gruppi repubblicani irlandesi, tra cui la Real Irish Republican Army, hanno lanciato o tentato una serie di attacchi in Irlanda del Nord l’anno scorso”.

Il 32 County Sovereignty Movement (o 32 CSM) nega i collegamenti alla Real IRA.