L’importante repubblicano accusato della morte di due soldati britannici vuole portare il suo caso davanti alla Corte Suprema, contestando il lungo periodo trascorso in custodia

Colin DuffyAlti magistrati a Belfast hanno acconsentito alla causa di Colin Duffy, 43 anni da Lurgan, e di altre tre persone non identificate.

Duffy è accusato degli omicidi dei genieri Mark Quinsey, 23 anni, e Patrick Azminkar, 21 anni, a Massereene Barracks, Antrim, nel marzo 2009.

Non è riuscito ad ottenere un parere favorevole nella causa basata sui diritti umani.

All’inizio di quest’anno, lui e gli altri indagati non sono riuscito ad ottenere una dichiarazione del tribunale secondo cui il periodo trascorso in detenzione prima di essere formalmente accusato violava le leggi sui diritti umani.

Ai sensi del Terrorism Act 2000, i sospetti possono essere tenuti in custodia per un massimo di 28 giorni prima di essere formalmente accusati o rilasciati.

Gli avvocati dei repubblicani hanno sostenuto che le sezioni pertinenti della normativa erano incompatibili con il loro diritto di libertà ai sensi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Tuttavia, un comitato composto da tre giudici guidata dal Lord Chief Justice Declan Sir Morgan adesso ha accettato di certificare le domande per la Corte Suprema su una questione di diritto di interesse generale.