Le pressioni crescono intorno a Peter Robinson. Un altro politico nordirlandese gli chiede di lasciare il proprio posto.

L’ex primo ministro dell’Assemblea David Trimble parla di perdita di autorità dopo la scoperta della relazione di sua moglie Iris con un ragazzo diciannovenne.

Comunque, secondo il ministro Sammy Wilson, Peter Robinson gode ancora di pieno sostegno.

Le dimissioni di Robinson potrebbero portare ad elezioni anticipate, in base a quanto riferito dal Segretario di Stato Shaun Woodward. Iris Robinson invece dovrebbe dimettersi nei prossimi giorni.

Lord Trimble ha affermato: “Stare come leader in un partito, dove il partito stesso ha sommariamente buttato fuori sua moglie senza averle dato un processo equo o una buona via d’uscita, vuol dire essere un politico senza autorità persino nella sua stessa organizzazione”.

Ma Wilson non è d’accordo: “Per quando ne so Robinson ha pieno sostegno, le storie su Iris non lo mettono in discussione”, ha detto mentre ri recava in chiesa a North Belfast.

Se dovesse dimettersi, i posti di primo ministro e di vice primo ministro – attualmente tenuto da Martin McGuinness dello Sinn Fein -, dovrebbero venire assegnati nuovamente.

Lo Sinn Fein potrebbe rimandare la candidatura fino a quando il DUP non si accordasse per una certa cronologia riguardante il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia da Londra a Belfast.

Se le due cariche politiche non venissero occupate entro sette giorni, sarebbero indette nuove elezioni.

Robinson ha provato negare con veemenza qualsiasi conoscenza degli affari irregolari condotti dalla moglie. Se il primo ministro avesse saputo degli illeciti finanziari della moglie, avrebbe dovuto denunciare immediatamente l’accaduto alle autorità parlamentari.