il fotografo è stato portato in ospedale dopo essere stato assalito da un gruppo di uomini

William Moore - Shankill ButchersWilliam Moore, 60 anni, ex appartenente alla banda degli Shankill Butchers, è stato trovato senza vita nel suo appartamento di Mount Vernon domenica scorsa.

Il gruppo di assassini lealisti instaurò un regno di terrore settario contro i cattolici di Belfast tra il 1976 ed il 1978, uccidendo almeno 10 persone.

Al suo funerale un gruppo di almeno sei uomini ha assalito un fotografo che stava facendo un servizio sulla cerimonia.

Alan Lewis della Northern Ireland Press Photographers Association ha detto che il fotografo, secondo le notizie riportate, è stato circondato e picchiato.

Il fotografo, prosegue Lewis nel racconto, utilizzava un teleobiettivo potente per scattare immagini del funerale ed è stato colpito quando è uscito dalla propria vettura. Alcune attrezzature fotografiche sono state portate via.

“Deduco non sia in pericolo di vita, ma ha subito un duro pestaggio” ha detto Lewis.

La polizia aveva avvertito i mezzi di informazione di stare alla larga dal funerale.

Moore ricevette 11 ergastoli per il suo ruolo nella banda di assassini.

Guidati da Lennie Murphy, molte delle vittime degli Shankill Butchers erano cattolici, sequestrati con un taxi mentre rientravano alle loro abitazioni dopo una serata nei pub del centro città.

La polizia inizialmente fallì di collegare tra loro gli omicidi ma alla fine riuscì a catturare la banda, di cui parecchi erano affiliati all’Ulster Volunteer Force.

I membri della banda, tra cui Moore, Sam McAllister e Robert “Bashes” Bates, furono condannati all’ergastolo nel 1979, ma Murphy, già in prigione per imputazioni minori, fu ucciso dall’IRA nel 1982.

Moore, di professione macellaio, fornì gli affilati coltelli utilizzati dagli Shankill Butcher per mutilare le loro vittime.

Durante il suo processo riferì alla corte di aver tagliato la gola ad alcune delle vittime, e incoraggiò la banda a torturare le persone sequestrate.

Fu rilasciato dal carcere nel 1998 in base al Good Friday Agreement, dopo aver trascorso in carcere 19 anni.