Nelson McCauslandLa GAA afferma che non c’è alcun collegamento tra la commemorazione dell’Hunger Strike e l’associazione degli sport gaelici.

Il ministro dello Sport Nelson McCausland aveva minacciato di ragliare i fondi statali ai club GAA con nomi legati all’IRA, dopo che alla manifestazione tenutasi al Galbally GAA erano presenti emblemi paramilitari.

McCausland ha ricevuto un rapporto dal GAA sulla controversia cerimonia dello scorso agosto.

Si legge: “Questi eventi sono stati portati avanti da un comitato organizzatore indipendente dalla GAA e da qualsiasi unità territoriale.

“Il centro principale nel quale si è svolto l’evento, come pubblicizzato, era il centro comunitario di Galbally che non è di proprietà della GAA”.

Il rapporto al ministero inviato da Danny Murphy, direttore del GAA Ulstr, dice che il comitato di Contea di Tyrone, il consiglio dell’Ulster e il comitato centrale del GAA non sono stati coinvolti in alcun modo negli eventi.

Nel rapporto si legge inoltre che non ci sono prove dell’organizzazione da parte del Galbally Pearse GAA di un evento in contravvenzione con le regole del GAA, che proibiscono l’uso degli spazi per scopi politici.

I piani del GAA per la produzione di un documento della propria politica sull’utilizzo delle strutture dell’associazione verrà preparato nelle prossime settimane ed inviato come promemoria delle regole a tutti i membri.

McCausland ha riferito che vorrebbe rivedere la corrispondenza per assicurarsi che il GAA abbia affrontato adeguatamente tutte le questioni sollevate.