Il presidente dello Sinn Fein Gerry Adams ha duramente negato che lui ed il partito non hanno fatto abbastanza per aiutare le vittime di abusi sessuali

Il Sunday Tribune aveva riportato le voci secondo cui quando Adams aveva scoperto i casi di abusi, non avrebbe fatto abbastanza per aiutare le donne coivolte.

Adams dice che il quotidiano sta riportando una “scia di falsità” come parte di una “campagna diffamatoria”.

Il Sunday Tribune riferisce di perseguire qualsiasi partito con lo stesso vigore.

Questa settimana, il giornale aveva segnalato come una donna riferiva di essere stata stuprata all’età di 16 anni da un uomo dell’IRA di Belfast.

La donna è la pronipote del veterano repubblicano Joe Cahill.

Ha affermato di essere stata stuprata nell’estate del 1997, mentre lavorava per la stazione radio del West Belfast Festival.

Consulenza legale

La donna ha detto al Sunday Tribune di aver incontrato Gerry Adams per discutere di quanto avvenuto, ma l’incontro fu “inutile” perché non portò ad alcuna soluzione.

Gli incontri con Adams sarebbero avvenuti tra il 2000 ed il 2006.

Il Sunday Tribune a anche pubblicato una serie di articoli dove si presumeva che Adams fosse a conoscenza delle accuse di abuso sessuale contro il fratello Liam ma non fece abbastanza per allertare il partito o le autorità preposte riguardo alle voci circolanti.

In un intervista rilasciata mercoledì, Adams ha criticato amaramente la copertura del giornale e ha annunciato di aver chiesto una consulenza legale.

“Lo Sinn Fein, io come presidente, respingiamo assolutamente le false affermazioni fatte contro di me e contro il partito.

“Trovo molto frustante che alcuni dei mezzi di informazione possano affermare e stampare ciò che vogliano senza alcun riferimento alla verità, accuratezza o diritti delle persone in tutte queste questioni.

“Questo riguarda le vittime, persone abusate in una maniera orribile e su questo dovrebbero concentrarsi”.

Adams respinge le voci che parlano di una cultura di occultamento degli abusi sessuali all’interno del movimento repubblicano.

“E’ uno dei più grandi tabù e in qualche modo è molto traumatico per chiunque sia coinvolto. Il fatto che ci sia una certa divulgazione ritengo sia una cosa buna per tutti nel lungo termine”.

In un comunicato, il Sunday Tribune dice di appoggiare quelle storie.

Si legge: “Lo Sinn Fein afferma che il Sunday Tribune, con la copertura mediatica dell’occultamento dell’abuso sessuale nel movimento repubblicano, è implicato in una campagna per diffamare il partito ed il suo presidente Gerry Adams. Questo è semplicemente falso.

“Noi perseguiamo qualsiasi partito politico ed il suo leader con uguale vigore alla luce delle informazioni che abbiamo riportato alla luce”.