Il presidente dello Sinn Fein Gerry Adams ha respinto le accuse dell’Ulster Unionist Party, secndo cui il suo partito non sta facendo abbastanza per affrontare i repubblicani

Gerry Adams | Sinn FeinParlando al lancio della campagna elettorale del suo partito, Adams ha detto che le persone non dovrebbero pensare che la sua organizzazione fosse a conoscenza di questi gruppi.

Ha anche respinto l’idea che il suo partito invii di messaggi contrastanti stando con il repubblicano Gerry McGeough da una parte e condannando i gruppi repubblicani dall’altra.

McGeough, ex membro dell’IRA, a febbraio è stato trovato colpevole di tentato omicidio di un soldato della UDR fuori servizio avvenuto 30 anni fa.

Un riferimento di carattere fornito dalla parlamentare di Fermanagh e South Tyrone Michelle Gildernew è stato letto in aula la scorsa settimana prima della condanna.

Adams ha detto la Gildernew aveva il diritto di difendere i suoi elettori.

Nessuna giustificazione

Alla domanda se era d’accordo con Martin McGuinness, il quale nel 2009 aveva definito “traditori” i repubblicani, ha detto che è “peggio che allora”.

Per Adams le loro azioni “non hanno senso” e non hanno “alcuna giustificazione”.

Il partito ha riferito di aver preso in considerazione il rinvio del lancio della campagna elettorale dopo l’omicidio del poliziotto Ronan Kerr, ma ha deciso di andare avanti per dimostrare il primato della politica.

“Più ci pensavamo e discutevamo, ci è sembrato più importante che il processo politico non diventasse ostaggio del gruppo non rappresentativo che ha assassinato l’agente Kerr,”ha detto.

“Il processo di pace è troppo importante.

“Quindi siamo qui determinati a continuare a far lavorare la politica; mantenere la difesa delle istituzioni politiche e continuare a lavorare per la gente comune e dimostrare ciò che è il repubblicanesimo”.