John e Thomas McErlane uccisi da William Hunter nel quartiere lealista di Mount VernonIl dipendente Asda al centro di una disputa sulla canzone lealista The Sash sarebbe un killer UVF che uccise due fratelli cattolici più di 30 anni fa.

William Hunter è stato reintegrato al suo lavoro come cassiere nel negozio a nord di Belfast, pochi giorni dopo essere stato licenziato per aver detto un automobilista di suonare il brano lealista.

Il suo licenziamento ha scatenato quattro giorni di proteste al di fuori del magazzino in Shore Road, con i suoi sostenitori arrivati a definirlo “il sale della terra” e “una risorsa per Asda”.

Ma è stato rivelato che Hunter fu autore di uno degli attacchi più brutali dei Troubles, quando ha assassinò John e Thomas McErlane dopo averli attirati in un appartamento a Mount Vernon (enclave lealista a North Belfast, Ndt).

Parlando al Belfast Telegraph il loro fratello Gerard McErlane ha detto che non era convinto del cambiamento di Hunter.

“Sono rimasto molto seccato quando ho sentito raccontare che desiderava sentir suonare The Sahs,” ha detto.

“Mi sono detto che è ancora un bigotto, sta ancora cercando di incitare all’odio, soprattutto in Asda, dove c’è una comunità mista che entra ed esce dal nezgozio.

“La gente parla di lui e del suo essere amichevole e di essere il sale della terra, ma so che il modo in cui i miei fratelli sono stati aggirati per essere uccisi. E’ stato un brutale e bigotto omicidio settario. Mi chiedo se Asda sapeva di lui. Mi chiedo cosa faranno di lui”.

Asda ha rifiutato di commentare la notizia, quando sono stati contattati. Il portavoce ha precisato che la società non discute sul personale.

“Ci prendiamo cura di non parlare dei nostri colleghi in pubblico, in particolare nelle materie che sono chiaramente sensibili come queste”, ha affermato.

Hunter, al lavoro presso le casse di Asda per sette anni, è stato licenziato dopo aver detto ad un autista di suonare The Sash al posto della musica pop.

Proteste si sono svolte al di fuori di Asda in Shore Road venerdì, sabato e domenica. Hunter ha vinto ieri l’appello per tornare al suo lavoro dopo aver “espresso rammarico” per “le offese non intenzionali causate” dai suoi commenti.

Secondo Billy Hutchinson, un ex membro dell’Assemblea nelle fila del PUP che era tra i manifestanti, Hunter era “molto ben voluto” e non il tipo di persona ad agire in modo settario.

Hutchinson non si è reso disponibile per un ulteriore commento.

A John (29) e Thomas (19) McErlane spararono due volte alla nuca, nel 1975, mentre giocavano a carte con i colleghi di lavoro protestanti in un appartamento vicino al negozio di Asda, dove Hunter ora lavora.

Due uomini armati fecero irruzione nell’appartamento e ordinarono a tutti di sdraiarsi sul pavimento. I due fratelli furono colpiti alla testa mentre giacevano a terra. Gli omicidi rivendicati dalla Protestant Action Force, un nome di copertura per l’UVF.

Hunter fu condannato all’ergastolo per quello che il giudice del processo descrisse come “un atto vile”, ma è stato liberato 14 anni più tardi. Durante il processo emerse che lui ed altre persone avevano passato mesi cercando di attirare le vittime nel quartiere lealista di Mount Vernon.