Le reazioni seguite all’annuncio di Peter Robinson, il quale ha deciso di lasciare il posto di Primo ministro per sei settimane, dopo le rivelazioni sugli affari personali e finanziari della moglie Iris

Arlene Foster, nuovo primo ministro

Tutti i nostri rappresentanti eletti hanno chiaramente deciso di voler Peter Robinson come leader nel futuro.

Il messaggio di oggi, da parte del DUP, è che sceglieremo il nostro leader. Abbiamo scelto il nostro leader e stiamo dicendo chiaramente a lui, a tutti i partiti politici ed ai mezzi di informazione: “Questo è l’uomo che vogliamo guidi l’unionismo”.

Nigel Dodds, numero due del DUP

Il DUP si è seduto ed ha usato la testa. Non è stato indirizzato o preso dal panico e condotto ad una determinata decisione.

Ha deciso di agire per quelli che ritiene i suoi migliori interessi, sostenendo un leader che ha mostrato chiaramente di non aver fatto nulla di sbagliato e, secondo noi, sarà scagionato.

Gerry Kelly, Sinn Fein, Junior minister

Peter Robinson ha diritto di prendere tempo ai suoi impegni per sistemare i suoi fatti personali.

Comunque è crucialmente importante che le questioni politiche siano risolte e risolte velocemente. Non possono essere ancora rallentate da questo annuncio.

Gli impegni politici presi dal DUP devono essere onorati. Ciò significa indicare una data per il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia.

Reg Empey, Ulster Unionist Party

La decisione (di Peter Robinson) di indicare Arlene Foster come primo ministro ad interim non fa nulla per affrontare la crisi della fiducia della popolazione nei confronti della devolution. Anzi, la intensifica.

In questo momento cruciale del processo politico, adesso abbiamo due primi ministra traballati, nessuno dei quali può prendere le decisioni necessarie per assicurare una devolution adeguata e funzionante.

In maniera altamente cinica il DUP ha deciso di mettere il partito prima del Paese.

Mark Durkan, SDLP

Quando c’è questo tipo di incertezza in corso, in cima a quanto era già qui, oltre alla devolution su polizia e giustizia, tutto diventa molto difficile.

Ciò che dobbiamo fare è creare una strada attraverso queste difficoltà.

Jim Allister, Traditional Unionist Voice

Sospetto che il tentativo di dimostrazione di unità del DUP di oggi sia stato coreografato per fornire un atterraggio morbido per l’assediato Robinson.

Il suo farsi immediatamente da parte come primo ministro può essere benissimo un segnale precursore della sua dimissione da leader DUP, in un momento a sua scelta.

Se, d’altra parte, il DUP segue genuinamente Robinson, allora sono ancora più lontani dall’opinione pubblica.

Il danno fatto da Robinson si è trasferito al DUP da questo sostegno inequivocabile.

David Ford, Alliance Party

Siamo in un momento in cui Peter Robinson ha deciso di farsi da parte per permettere un po’ di spazio per respirare e l’opportunità di realizzare dei progressi mentre si concentra su alcune materie personali e familiari.

Ma se questo spazio non viene usato, se non c’è un completo impegno tra lo Sinn Fein ed il DUP, si pone una vera domanda sulla vitalità delle istituzioni.

Gordon Brown, Primo ministro

Ho parlato con Arlene Foster questa sera (ieri, Ndt). Chiedo a tutti i politici in Irlanda del Nord, qualunque sia la turbolenza degli ultimi eventi, di restare concentrati sugli affari del governo, e di riconoscere l’importanza cruciale di intensificare gli impegni per le questioni che restano da risolvere.

Brian Cowen, Taoiseach

Voglio mandare i miei migliori auguri a Peter Robinson ed alla sua famiglia mentre affrontato questo periodo molto difficile di problemi personali.

Ho accolto favorevolmente la sua decisione di continuare a lavorare sull’importante questione del trasferimento dei poteri di polizia e giustizia e sull’impegno ad una soluzione positiva.

Porgo anche i miei auguri ad Arlene Foster nel suo nuovo ruolo.