Liam AdamsLiam Adams, fratello del presidente dello Sinn Fein Gerry Adams, accusato di presunti abusi sulla figlia, si è messo a disposizione delle autorità.

Nella giornata di lunedì si è presentato presso una stazione di polizia della Garda (la polizia della Repubblica d’Irlanda, ndt) nella contea di Sligo.

La polizia non era nella possibilità di arrestare Adams a Sligo perché non c’era un mandato di arresto europeo (European Arrest Warrant).

La PSNI sta provvedendo alla sua preparazione, per le accuse fatte contro Liam Adams.

La scorsa settimana Gerry Adams aveva chiesto al fratello di consegnarsi alla polizia per rispondere delle accuse di abuso sessuale nei confronti di un membro della famiglia.

Liam Adams ha vissuto in diversi momenti a Dundalk e nella contea di Donegal e la Garda sapeva della ricerca da parte delle autorità nordirlandesi.

La storia è venuta alla luce dopo che la donna al centro deli presunti abusi, la figlia di Liam Adams, ha tolto il velo di anonimato, raccontando la sua storia.

Aine Tyrrell, la figlia di Liam Adams, ha fatto accuse pubbliche, affermando di essere stata abusata dal padre per almeno 8 anni, a partire dalla fine degli anni Settanta.

Ha detto di ricordarsi tutto, compresa la violenza sessuale, fin da quando aveva 4 anni.

A novembre 2008, quasi 30 anni dopo alcuni dei presunti abusi ed in seguito ad una indagine della polizia nordirlandese, Liam Adams doveva affrontare 23 capi di imputazione in tribunale, ma fuggì.

Durante lo scorso fine settimana Gerry Adams ha rivelato che suo padre aveva abusato di membri della famiglia.