Liam CampbellL’uomo sarebbe stato membro dell’Army Council della Real IRA’s Army Consiglio al momento della bomba di Omagh. Oggi è stato trasferito in una cella sicura in seguito alle minacce ricevute da una delle fazioni del gruppo paramilitare.

Liam Campbell, 47 anni di Dundalk, si trova nella prigione di Maghaberry. Deve affontare un processo per l’estradizione in Lituania in relazione al tentativo di contrabbando di armi.

Nel frattempo, è emerso che i ricorsi presentati dai quattro presunti dissidenti repubblicani, tra cui Campbell, ritenuti responsabili per la bomba di Omagh possono essere ritardati.

Gli avvocati di uno degli uomini citati in giudizio con successo dai familiari delle vittime dell’esplosione della Real IRA ha indicato che un’audizione prevista per gennaio potrebbe essere rimandata.

Il rinvio potrebe avvenire per poter cercare del materiale che possa aiutare a ribaltare i risultati originali.

Una causa separata avanzata dalle famiglie delle vittime per ottenere un risarcimento esemplare dai presunti responsabili dovrebbe iniziare a breve e le audizioni dureranno un paio di settimane.

In una storica sentenza emessa lo scorso anno, il giudice Morgan, ora Lord Chief Justice, ha ordinato un risarcimento di oltre 1.800.000 euro (1.600.000 sterline) dovrebbe essere pagato a 12 parenti delle vittime della bomba dell’agosto 1998, che ha ucciso 29 persone e provocato centinaia di feriti.

Il leader repubblicano, attualmente in carcere, Michael McKevitt, e Liam Campbell sono stati ritenuti responsabili per la bomba di Omagh.