london street scannersMigliaia di lavoratori in Irlanda del Nord sono stati addestrati per combattere la minaccia di Al-Qaeda e dei dissidenti.

Comprendono gestori di negozio, guardie di sicurezza e addetti degli alberghi – per cui chiunque dall’Europa Hotel a Victoria Square potrebbe essere in caccia di estremisti islamici e di repubblicani farabutti.

Le spie li hanno scelti per il loro lavoro in prima linea, operando con grandi folle dove i terroristi si nascondono mentre cercano sistemazioni di alto profilo per attacchi con armi e bombe.

I lavoratori sono tra i 60.000 in tutta la Gran Bretagna cui è stato insegnato ad individuare il comportamento sospetto in ciò che il National Counter Terrorism Security Office (Ufficio Nazionale per la Sicurezza Anti Terrorismo) identifica come “colpi nel mucchio”.

Una portavoce dell’Home Office ha detto: “Migliaia di impiegati in Irlanda del Nord sono stati addestrati come parte della strategia. Non possiamo dire il numero preciso per ragioni di sicurezza, ma parliamo di migliaia di persone”.

Le fonti di sicurezza hanno rivelato che anche se lo scopo del progetto fosse principalmente la lotta ad Al Qaeda in tutto il Regno Unito, è stato vitale in Irlanda del Nord nella scia degli attacchi portati dai dissidenti a marzo.

“La minaccia dei dissidenti è menzionata nel nuovo rapporto come uno degli elementi che rende il controllo del terrorismo la chiave per la sicurezza della popolazione”, ha detto una fonte.

“E’ più importante che mai che chiunque, inclusa la gente, tenga le orecchie ben aperte e possa aiutare a fermare future atrocità”.

L’addestramento “spionistico” per i lavoratori è stato al centro di una strategia anti-terrore del governo, svelata ad inizio anno.

L’iniziativa – chiamata Contest Two – aggiorna la strategia sviluppata dall’Home Office nel 2003.

Contest Two indica che la possibilità di un “attacco sporco con esplosivo” in Gran Bretagna è altamente probabile e segnala come la più grande minaccia i gruppi legato ad Al Qaeda.

Gli ufficiali governativi hanno salutato il progetto come uno dei più esaustivi approcci alla lotta contro le minacce destinate ai governi mondiali.

Il rapporto del Contest fu pubblicato a marzo – due settimane dopo l’attacco contro la caserma di Massereene ad Antrim, dove i genieri Patrick Azimkar e Mark Quinsey furono uccisi dai dissidenti repubblicani.

Quarantotto ore dopo, il poliziotto Stephen Carroll fu colpito a morte da un cecchino della Continuity IRA mentre rispondeva ad una chiamata di una donna terrorizzata.

Il livello di minaccia terroristica, stabilita dal Joint Terrorism Analysis Centre, era “severa” da luglio 2007, ossia che futuri attacchi terroristici sono altamente probabili ma non imminenti.

I Segretario Jacqui Smith ha detto che “la vasta parte” della gente è stata reclutata alla battaglia contro il terrore perché la polizia, le agenzie di sicurezza e di intelligence non possono essere “unicamente” loro a contrastare la minaccia.

Ha identificato “manager di centri commerciali, direttori di negozi, gente responsabile della sicurezza in quelle zone” come persone chiave per la lotta al terrorismo.

Il primo ministro Gordon Brown ha detto, al lancio di Contest Two: “Decine di migliaia di uomini e donne in tutta l’Inghilterra – da guardie di sicurezza a direttori di negozio – sono state addestrate e prepatate per affrontare un attacco.

“Sanno cosa guardare nella gente che frequenta quotidianamente i luoghi affollati come stazioni, aeroporti, centri commerciali e campi sportivi”. Ha parlato dell’esistenza di “un obbligo per tutti” di contrastare le persone che predicano l’odio e praticano la violenza.

I gruppi per i diritti umani hanno contrastato la mossa, dicendo che potrebbe scontrarsi con le libertà civili.

Una fonte ha detto: “Questo vuol dire che i direttori dei negozi possono avere potere nel contrasto al terrorismo? E’ ridicolo. Lasciare il potere di controllare la gente in questo modo è molto pericoloso se piazzato al di fuori della legge”.

Contest Two vede anche il ritiro dei finanziamenti pubblici verso le organizzazioni che strizzano l’occhio all’estremismo – anche se restano all’interno dei limiti di legge. Entro il 2011, la Gran Bretagna spenderà 3,5 miliardi di sterline in un anno per l’anti terrorismo.

Il numero di poliziotti utilizzati per contrastare il terrorismo è aumentato dal 2003 da 1.700 a 3.000, mentre il servizio di sicurezza MI5 ha raddoppiato la propria dimensione dello stesso periodo. Fra il 2001 ed il 2008, quasi 200 persone sono state incarcerate per reati collegati al terrorismo.

Counter Two
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif La strategia britannica per contrastare il terrorismo Dimensione / Size:
2.29MB
Scaricato / Clicks:
68

Counter Two, leaflet
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif Opuscolo britannico che descrive la strategia antiterrorismo. In inglese Dimensione / Size:
675.24KB
Scaricato / Clicks:
67