Gary DonnellyLa figlia del repubblicano di Derry Gary Donnelly afferma che le è stata vietata qualsiasi visita al padre in carcere per quasi un mese.
Alla diciassettenne Megan Donnelly è negato per due volte il permesso di visitare il padre dopo essersi recata presso la prigione di Maghaberry, dove Gary Donnelly sta scontando una condanna a sette mesi per aggressione contro un agente della PSNI.

Secondo la ragazza nessuno le avrebbe detto che suo padre non poteva ricevere visite prima di intraprendere il viaggio di due ore verso la prigione della Contea di Antrim.

Ha riferito al Derry Journal: “Mercoledì sono andata a vedere mio papà insieme a mia sorella e ho fatto tutti i passaggi necessari per arrivare alla zona delle visite e quando ero là mi hanno detto che la visita era stata rifiutata.

“Ho dovuto lasciare le impronte digitali tre volte, passare davanti ai cani antidroga e solo allora un altro prigioniero è venuto a dirmi che (a mio papà) non era stato concesso di scendere a vedermi”.

La giovane afferma che si tratta della seconda volta in cui il padre non è stato permesso di incontrarla.

“In quell’occasione, ero qui con la mia sorellina di 9 anni, che aveva preso un giorno di vacanza da scuole per venire alla visita, e non ci hanno permesso di farlo. Se accade di nuovo questa settimana, sarà passato più di un mese senza vedere nostro padre. Abbiamo ricevuto una sua telefonata, ma non è come vederlo”.

Un portavoce del 32 County Sovereignty Movement descrive la situazione come “un attacco ai prigionieri attraverso i loro cari”.